Ultime news Grosseto - UnoNotizie.it - Nasce il Coordinamento Territoriale "No Sat" che vuole raccogliere, coordinare e stimolare le iniziative tese a contrastare il progetto dell'autostrada tirrenica così come è stato prospettato ora al territorio maremmano. Un progetto definito dal Coordinamento “scellerato, che vorrebbe regalare la statale Aurelia e la Variante a dei privati, cioè la SAT, che imporrebbero il pedaggio sull'attuale variante da Rosignano a Grosseto e trasformerebbero l’Aurelia a Sud di Grosseto in un’autostrada che taglierebbe in due paesi ed aziende e renderebbe la vita impossibile alle popolazioni locali”.

"I primi 12 responsabili territoriali sono stati scelti tra cittadini attivi sul proprio territorio indipendentemente dalle singole storie, ideologie o schieramenti di appartenenza. “Lo spunto è stato il successo delle recenti manifestazioni cittadine dell'Elba e di Cecina – spiegano dal Coordinamento - che hanno dimostrato la grande attenzione della popolazione alle scelte che influiscono così tanto sul futuro del proprio territorio e che colpiscono direttamente e trasversalmente tutti al di la del partito di appartenenza”.


“L'incapacità degli attuali amministratori di creare consenso su progetti che considerano i cittadini solo come 'consumatori paganti' e mai per i loro interessi o necessità ha fatto nascere tante contestazioni spontanee che ad oggi non hanno ricevuto alcuna seria risposta dalle istituzioni – continuano - La nascita del coordinamento, che unisce la protesta da Rosignano giù fino a Grosseto e Lazio, rappresenta un salto di qualità, un grido d'allarme e un serio avviso rivolto a tutti gli amministratori locali: è ora di farsi sentire con decisione contro le scelte calate dall'alto, la costa tirrenica si unisce tutta insieme nel dire basta! Ad oggi nessuno è riuscito a dimostrare, numeri alla mano, che la finta autostrada sulla variante sia qualcosa di diverso da una semplice regalia di un bene pubblico ai privati, regalia che stravolgerà in negativo la vita dei cittadini e l'economia della zona creando un balzello a favore di pochi”.

Il coordinamento ha il suo sito internet ed è presente su Facebook ed è aperto a tutti coloro che vogliono confrontarsi sulla questione dello sviluppo futuro della Maremma. A breve partiranno le prime iniziative.


Ecco la lista dei primi 12 coordinatori territoriali:

Angela Porciani – Rosignano M.

Tiziana Falorni – Alta Val di Cecina

Alessandro Lucibello Piani – Riparbella/Castellina

Fabio Tinelli Roncalli – Montescudaio/Cecina

Luciano Panicucci – Casale M./Guardistallo

Massimo Cacciagli – Bibbona

Paolo Francini – Castagneto C.

Riccardo d’Ambra – Follonica

Claudio Paci – Piombino

Giuliano Parodi – Suvereto

Ubaldo Giardelli – Coord. Ambientalisti Grosseto

Vanni Zampini – Legambiente


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

FRANCIA TURISMO SOSTENIBILE NEL SEGNO DELL’ACQUA

E’ stata presentata a Roma, all’Ambasciata di Francia, alla presenza dell’Ambasciatore...

Il libro di Antonello Durante ci spiega il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

TUSCIA, FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

REPORT, RAI3, Lunedì alle 21:20. Noccioleti, fitofarmaci e aumento dei tumori

Nella zona del viterbese tra Nepi e il lago di Vico il 90 per cento del patrimonio arboreo è...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...