World Water Forum 2012.
Ultime notizie Roma - UnoNotizie.it - Gorbaciov dice sì. Il fondatore dell’Ong ambientalista Green Cross accetta l’invito del presidente francese Nicolas Sarkozy di intervenire nella sessione di alto livello del World Water Forum, il Forum Mondiale dell’Acqua, che prenderà il via a Marsiglia il 12 marzo 2012.


Premio Nobel per la pace nel 1990, Mikhail Gorbaciov loda la Francia per aver preso l’iniziativa di organizzare l’importante manifestazione internazionale incentrata sull’acqua e ringrazia Sarkozy per il suo invito.
«Condivido l’opinione del presidente Sarkozy - afferma Gorbaciov - secondo il quale la risoluzione della crisi idrica è strettamente correlata agli impegni internazionali per sconfiggere la povertà, favorire lo sviluppo e perseguire gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio».

«I legami tra le moderne sfide globali - continua il presidente fondatore dell’Ong -, in particolare il degrado ambientale, l’insicurezza e la povertà, sono al centro della missione di Green Cross».
L’obiettivo del Forum Mondiale dell’Acqua, che si terrà dal 12 al 17 marzo 2012, sarà quello di affrontare queste sfide globali nonché ricercare le soluzioni alle problematiche legate all’acqua.
Con lo stesso intento “Green Cross sarà attiva nello sviluppo di proposte per la gestione delle risorse idriche e, in particolare, promuoverà soluzioni relative ai bacini idrografici”, afferma Marie-Laure Vercambre, a capo del programma di Green Cross International sull’Acqua.

«Queste proposte - conclude Vercambre - comprenderanno il rafforzamento del ruolo delle comunità, in modo che possano farsi carico delle loro risorse d’acqua, la sensibilizzazione degli Stati sulle risorse idriche condivise e la promozione della cooperazione per i corsi d’acqua internazionali».

In questo senso, uno strumento efficace è la Convenzione Onu sui corsi d’acqua, quale riferimento giuridico globale che disciplina la gestione, l’uso e la protezione dei 276 corsi d’acqua transfrontalieri presenti nel mondo. Questi fiumi e le relative acque sotterranee sono condivisi da 145 Paesi e sui loro bacini vive il 40% della popolazione mondiale.
Convinta che tale documento rappresenti una base fondamentale per la risoluzione pacifica delle controversie inerenti la condivisione dell’acqua tra gli Stati, Green Cross negli ultimi tempi ha intensificato gli sforzi per la sua ratifica ed ha raggiunto traguardi importanti.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Il libro di Antonello Durante ci spiega il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

TUSCIA, FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

REPORT, RAI3, Lunedì alle 21:20. Noccioleti, fitofarmaci e aumento dei tumori

Nella zona del viterbese tra Nepi e il lago di Vico il 90 per cento del patrimonio arboreo è...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...