Dopo un 2011 drammatico, con ben 14 donne uccise per violenza di genere nel corso dell’anno, già nei primi giorni del 2012 l’Emilia Romagna è costretta a registrare un nuovo caso di femicidio, con l’uccisione a coltellate della 31enne di origini romene Lenuta Lazar nelle campagne vicine ad Ostellato (Fe).

La giovane donna, costretta alla prostituzione in strada, è stata uccisa a coltellate, picchiata e abbandonata seminuda in un canale. Ad ucciderla sembra essere stato un 52enne italiano, reo confesso poi in ospedale in seguito ad un incidente stradale. La scomparsa di Lenuta era stata denunciata da un’amica già nella giornata del 2 gennaio, il ritrovamento del cadavere è stato reso possibile su indicazione dell’indagato stesso.

L’anno nuovo inizia quindi, ancora una volta, con un grave episodio di violenza che vede vittima una donna: giovane, straniera e in condizione di fragilità sociale. Lenuta era conosciuta dal locale centro antiviolenza, il centro Donna Giustizia di Ferrara, a cui si era rivolta per la sua delicata situazione.

Il coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna tiene alta la guardia, affinché non si ripeta mai più un anno drammatico come il 2011, che ha fatto registrare, oltre a 14 intollerabili femicidi, oltre 2.256 donne accolte nei dieci centri antiviolenza del territorio regionale, vittime di violenza in quasi duemila casi. Il 40% delle donne che hanno chiesto aiuto ha origini straniere, talora in condizioni di fragilità sociale. A 86 donne ed ai loro 68 bambini è stato necessario dare un alloggio-rifugio, per permettere loro di abbandonare una residenza oramai divenuta troppo pericolosa per la propria incolumità.

Il Coordinamento dei Centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna, presieduto dalla dott.ssa Antonella Oriani, fa capo a numerosi centri antiviolenza dislocati sul territorio: Casa delle Donne per non subire violenza di Bologna, SOS Donna Onlus di Faenza, Centro Donna Giustizia di Ferrara, Demetra Donne in aiuto Onlus di Lugo, Casa delle Donne contro la violenza di Modena, Centro Antiviolenza Onlus di Parma, La Città delle Donne di Piacenza, Linea Rosa Onlus di Ravenna, Rompi il Silenzio Onlus di Rimini, Nondasola - Reggio Emilia.


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

TV: San Martino al Cimino a Paese che Vai

Sabato prossimo, 21 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Tuscia: a Soriano nel Cimino ”Carabinieri: storie di uomini stra…ordinari”

Nella prestigiosa sede del Comune di Soriano nel Cimino (Vt) il giorno 14 maggio 2022, a partire...

A Paese che Vai Sant'Angelo, 'Il paese delle fiabe' e Roccalvecce

Sabato prossimo, 7 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Viterbo, Villa Lante di Bagnaia: si entra gratis il primo maggio

La spettacolare Villa Lante di Bagnaia, è visitabile ad ingresso gratuito, su...

Primo maggio a Viterbo Sotterranea

Il 1 maggio Viterbo Sotterranea rimane aperta per accogliere tutti i visitatori. In programma...

Vignanello e il Castello Ruspoli a "Paese che Vai

Sabato prossimo, 16 aprile, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

A Viterbo Sotterranea in vendita l'interessante libro sull'Arma dei Carabinieri

Il titolo accattivante e originale del libro, “Carabinieri: storie di uomini...

Maremma Toscana: Saturnia, Montemerano, Sovana e Manciano sabato in TV

Saturnia, Montemerano, Sovana e Manciano sabato in TV a "Paese che Vai"Sabato prossimo, 9 aprile,...