Beppe Grillo e la TAV in Val di Susa. Ultime news Torino  - “Se questo è un presidente”. Si intitola così l’ennesimo post polemico scritto dal comico genovese Beppe Grillo sul suo blog all’indirizzo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “Pertini avrebbe invitato a pranzo i sindaci al Quirinale”, ha scritto Grillo a proposito della decisione del Capo dello Stato di non incontrare i sindaci della Val di Susa contrari all’alta velocità. Napolitano invece, scrive il comico “ci ha accolto per lunghi anni Berlusconi tra una firma per il Lodo Alfano e una per lo Scudo Fiscale. Io trovo gravissimo che il presidente della Repubblica non incontri dei suoi concittadini, rappresentanti delle istituzioni locali. Sono italiani e sindaci, non mafiosi o piduisti”.

Non è la prima volta che il blogger interviene su quanto sta accadendo in Val di Susa. Solo nell’ultima settimana, sono andati online due post: uno lunedì 27 febbraio, dopo la caduta di Luca Abbà dal traliccio dell’alta tensione (leggi), poi sabato 3 marzo, “Un belato vi seppellirà”, intervento che partiva dalla storia del militante che provoca il carabiniere (“Sei una pecorella”) per allargarsi a una critica totale delle “pecorelle italiane” ossia “quel migliaio di parlamentari che si nascondono dietro a Rigor Montis”.

Per Grillo: “La Tav in Val di Susa non si farà. L’unica possibilità è deportare la popolazione come avveniva ai bei tempi di Stalin per ucraini e tartari. La Tav non serve, 22 miliardi per trasportare merci che con la ferrovia attuale sono meno del 50% della capacità. A chi vanno quei soldi? Perché non vengono destinati alla scuola, alla sanità, all’innovazione? 360 docenti, ricercatori e professionisti hanno chiesto al presidente del Consiglio di tener conto dei risultati scientifici sulla inutilità della Tav a fronte di costi elevatissimi e di una distruzione ambientale. Nessuna risposta è pervenuta”.


L’inventore del Movimento 5 stelle conclude: “Per bloccare la Tav bisogna informare gli italiani. Il blog lancia una due giorni No Tav in tutta Italia sabato 10 e domenica 11 marzo con la creazione di banchetti per la distribuzione di volantini. La mappa dei banchetti sarà aggiornata in tempo reale sull’area Foursquare del MoVimento 5 Stelle. Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure”.


Fonte articolo

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...