Ultime news Roma - UnoNotizie.it - Preparatevi, ci siamo, abbiamo ancora un po' di respiro fino a giugno, poi lo scivolone sarà inevitabile....
Il governo Monti sta facendo un buon lavoro, lo scioglimento della società civile e della cultura italiana è a buon punto, dopo Prodi e Berlusconi arriva il colpo finale....

Con l'impoverimento della classe media, resa inevitabile dalle nuove norme governative, la piramide della società, come noi oggi la conosciamo, è destinata a sbriciolarsi. Resterebbe solo la punta, quella degli amministratori pubblici e dei potentati economici.. ma tale punta senza l'appoggio di una classe cuscinetto, quella dei dipendenti statali, dei piccoli industriali e professionisti, non potrà più tenersi ritta sulla cima...

La base si sta già sgretolando. Con l'avvento dell'IMU, con l'aumento dell'IVA, con i licenziamenti incombenti, con l'insicurezza sul welfare, con l'inflazione galoppante.. persino quelli che oggi possono ancora permettersi di andare in crociera con la Costa.. non potranno più illudersi di “galleggiare” ed affonderanno... Insomma la società italiana è prossima al tracollo.

Resteranno ancora in piedi, per un po', i poteri economico-religiosi, le mafie e la malavita di ogni genere.. ma conseguentemente all'impoverimento generale anche queste strutture cominceranno a scricchiolare, come pure le strutture dei partiti e degli apparati di governo e sottogoverno (stato, regioni, province, comuni, enti, etc) con tutti i ministri deputati senatori presidenti consiglieri.... che appesantiscono non poco le casse dello stato. Anche loro non potranno più contare sulla protezione dei piantoni delle forze dell'ordine (quelle minute non i generali) poiché i piantoni saranno anche essi nel mucchio dei poveracci, costretti all'elemosina od alla prostituzione. Nessuna speranza?

Beh, veramente una speranza ci sarebbe... Il ritorno alla sovranità popolare, a partire dalla sovranità monetaria, e l'attuazione della democrazia diretta. Purtroppo la soluzione è di difficile attuazione, poiché l'Italia è stretta in una morsa che la obbliga a restar succube dei poteri forti, sia quelli finanziari che quelli politici e militari, conseguenza della nostra appartenenza all'atlantismo... A meno che... a meno che.... a meno che.. (detto tre volte forse fa più effetto”).

Paolo D'Arpini

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Domenica 7 luglio gratis a Palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante

Un’occasione da non perdere per visitare Villa Lante il meraviglioso parco con i suoi giardini...

VITERBO: CAMMINANDO DAL RESPOGLIO ALLA QUERCIA UTILIZZANDO L'ANTICO PERGOLATO

Attualmente a Viterbo il quartiere Respoglio è collegato a La...

DMO Expo Tuscia press tour a Viterbo, Montefiascone e Bolsena

Continuano a pieno ritmo le attività della DMO Expo Tuscia. Dopo gli appuntamenti al TTG/Rimini...

San Pellegrino in Fiore, eventi a Viterbo Sotterranea

San Pellegrino in Fiore, domenica a Viterbo SotterraneaDomenica in programma visite guidate alla...

TV, Osvaldo Bevilacqua e Sergio Cesarini promuovono Viterbo

Osvaldo Bevilacqua, giornalista detentore dal 2015 del Guinness World Records TV per il Travel...

Bolzano, Loacker: dolce ricetta aziendale dalla squisita bontà famigliare

Sostenibilità significa avere uno stile di vita rispettoso delle risorse a disposizione, in grado...

DOBBIAMO MOLLARE? /riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Cita le infiltrazioni mafiose a Tuscania

A seguire l\'articolo scritto 15 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...