PUGLIA ultme notizie ATTENTATO BOMBA BRINDISI lunedì 21 Maggio - www.unonotizie.it - Gli ultimi aggiornamenti sull’attentato di Brindisi sono stati dati dal procuratore della città pugliese Marco Dinapoli: "Abbiamo delle immagini. Non navighiamo più al buio". L’attentato in cui è rimasta uccisa Melissa Bassi ha adesso un esecutore materiale, ripreso in un video: sarebbe un uomo sui 5o anni in procinto di azionare l'ordigno omicida.

Questo video porta alla ribalta delle indagini la pista inedita del gesto isolato che era  stata messa in secondo piano, pensando a un gesto legato alla mafia e al nome della scuola intitolata a Francesca Morvillo e Giovanni Falcone, di cui si ricorderà presto l’anniversario della morte.

"Abbiamo delle buone immagini. Immagini che possiamo ricollegare con quasi certezza all'attentato. Per noi c'è uno spiraglio, uno squarcio di luce, non navighiamo al buio. Tuttavia è ancora presto e sono necessari ulteriori approfondimenti". Continua così Marco Dinapoli di fronte ai giornalisti riuniti in conferenza stampa, all'indomani dell'attentato che ha provocato anche il ferimento di altre studentesse oltre alla tragica fine di Melissa Bassi.

"Potrebbe essere il gesto di una persona che si sente in guerra con tutto il mondo - ha ipotizzato Dinapoli - o che si sente vittima del mondo. Potrebbe trattarsi anche di una persona che tende a creare una tensione sociale, con una ideologia". "In termini di probabilità, non in termini di certezza - ha aggiunto l'inquirente - ci è sembrato di poter escludere la matrice mafiosa. Un'analisi condivisa anche dal procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Potrebbe essere un gesto isolato".

L’attentato sarebbe dunque il gesto folle di un solo uomo - anche se non si esclude ancora la partecipazione di altri complici - intenzionato a provocare una strage: "A nostro giudizio c'è una volontà stragista - ha spiegato il procuratore di Brindisi - Infatti nel registro abbiamo iscritto il reato di strage". Quanto all'identikit del presunto attentatore, si tratterebbe di un uomo intorno ai 50 anni, con giacca scura e pantaloni chiari: "L'uomo nei filmati, su cui si accentrano i nostri sospetti, non sembra straniero", ha detto Dinapoli, che ha aggiunto: "Il confezionamento dell'ordigno è opera di un esperto di elettronica. Il congegno non è particolarmente complesso, ma non alla portata di tutti".

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

San Pellegrino in Fiore, eventi a Viterbo Sotterranea

San Pellegrino in Fiore, domenica a Viterbo SotterraneaDomenica in programma visite guidate alla...

TV, Osvaldo Bevilacqua e Sergio Cesarini promuovono Viterbo

Osvaldo Bevilacqua, giornalista detentore dal 2015 del Guinness World Records TV per il Travel...

Bolzano, Loacker: dolce ricetta aziendale dalla squisita bontà famigliare

Sostenibilità significa avere uno stile di vita rispettoso delle risorse a disposizione, in grado...

DOBBIAMO MOLLARE? /riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Cita le infiltrazioni mafiose a Tuscania

A seguire l\'articolo scritto 15 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

VITERBO: A PIEDI DAL QUARTIERE RESPOGLIO ALLA QUERCIA ATTRAVERSANDO LO STORICO PERGOLATO

Attualmente a Viterbo il quartiere Respoglio è collegato a La...

Domenica 3 dicembre gratis a Palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante

Un’occasione da non perdere per visitare Villa Lante il meraviglioso parco con i suoi giardini...

Tuscia, a Viterbo prende forma la prima Comunità Energetica locale

È stata costituita a Viterbo, su iniziativa di un gruppo di cittadini, la Comunità Energetica...