LAZIO ultime notizie VITERBO – www.unonotizie.it - ViterboEuropa, presentata a Palazzo dei Priori la fiera europea del commercio ambulante in programma dal 15 al 17 giugno in piazza del Caduti, piazza del Plebiscito, via Marconi e zone di immediata vicinanza. Ad illustrare la prima edizione di questa manifestazione organizzata a livello nazionale dalla FIVA (Federazione Italiana Venditori Ambulanti e su Aree Pubbliche), in collaborazione con Ascom-Confcommercio e Confesercenti Viterbo, e con il patrocinio e il supporto di Comune e Camera di Commercio di Viterbo, sono stati l'assessore alle Attività Produttive Massimo Fattorini con il direttore Ascom-Confcommercio Mauro Barlozzini e il presidente del Cat-Confesercenti Vincenzo Peparello.

“L'idea di questa fiera europea del commercio ambulante – ha spiegato l'assessore Fattorini – nacque prima che diventassi assessore. Ora finalmente ha preso forma ed oggi la stiamo presentando ufficialmente. Non è uno scherzo organizzare un simile evento. In queste settimane ho avuto modo di seguire personalmente da vicino tutta la macchina organizzativa che sta dando vita a questa ambiziosa e complessa manifestazione. Il Comune ha il dovere di sostenere iniziative di questo genere, soprattutto in questa fase iniziale, determinante per la riuscita di questa prima edizione. Il risultato che ne conseguirà ci consentirà di annoverare l'evento tra gli appuntamenti che, con cadenza annuale, si svolgono nella nostra città”.

“L’idea di proporre una tappa dei Mercati Europei di FIVA CONFCOMMERCIO anche a Viterbo  - ha spiegato Barlozzini - nasce dal successo che questo format ha riscosso in ormai numerose città in tutta Italia. Il connubio tra l’attrattiva degli operatori stranieri e il coinvolgimento delle realtà amministrative, associative ed economiche locali rappresenta  l’ingrediente fondamentale dell’affermazione dei Mercati Europei. Una ricetta sperimentata già in diverse città, come Torino, Genova, Perugia, Modena, Padova, Brescia, Trieste, solo per citarne alcune.

Al fine di evitare confusione con altre iniziative in corso o passate, si è scelto di adottare un nome specifico che, oltre a richiamare l’Europa, si collega direttamente con la città che ospita l'evento. In questo modo si è creato un marchio di facile identificazione fra il territorio ospitante e il Mercato, tale da suggerire immediatamente l’unicità, l’internazionalità e l’eventuale periodicità della manifestazione: è nata così l’idea di VITERBO-EUROPA. Con il Comune di Viterbo – prosegue il direttore Ascom-Confcommercio - si è concordato l’utilizzo di una zona centrale o semicentrale, dai notevoli flussi di traffico pedonale e turistico. L’impostazione dell’organico si aggira sui 130 banchi, con la migliore e la più stretta selezione dei prodotti.

In aggiunta agli operatori del circuito è prevista la presenza di una consistente rappresentanza di operatori locali, non necessariamente ambulanti, selezionati in sede territoriale con criteri autonomi, ma senza trascurare la necessità di esprimere il meglio dei prodotti tipici”.

 E sul concetto di tipicità ha proseguito il presidente Cat Confesercenti  Peparello: “In questa manifestazione multietnica e dal profondo spirito europeo non saranno dimenticati i nostri prodotti locali. Nell'ambito della fiera, lungo il percorso, saranno presenti e riconoscibili i prodotti tipici della Tuscia Viterbese. Grazie alla collaborazione della Camera di Commercio di Viterbo che si è da subito impegnata per agevolare la partecipazione delle aziende locali, sarà garantita visibilità e promozione alle nostre eccellenze. Una prestigiosa occasione per mettersi in mostra in una vetrina di carattere europeo. La prima esperienza del Mercato così studiato – ha agiunto Peparello - risale al 2001 e perfeziona le iniziative pionieristiche maturate in altri Paesi comunitari.

 Dove il Mercato ha preso forma si è registrata una partecipazione media di oltre 50mila visitatori, con punte di oltre 300 mila nelle grandi città. Il che non significa soltanto una tre giorni di atmosfere culturali nuove e di incontro con l’Europa, ma anche rivitalizzazione dei centri storici, partecipazione della cittadinanza, impegno costruttivo degli enti locali e infine un indotto economico non indifferente: una buona operatività per tutti i commercianti e pubblici esercizi nei tre giorni della manifestazione, l’occupazione da parte degli espositori di 120-150 camere per almeno tre notti, una marcia in più offerta al richiamo turistico cittadino. Un indotto economico legato alla presenza degli espositori e al tempo stesso un evento capace di attirare visitatori e contribuire ad uno sviluppo turistico del territorio ”.

 Presente all'incontro anche l'operatore ambulante locale Forliti che, a nome dei colleghi, ha ringraiato l'amministrazione e le altre realtà territoriali coinvolte per l'occasione fornita grazie a questo evento in programma nel mese di giugno.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

San Pellegrino in Fiore, eventi a Viterbo Sotterranea

San Pellegrino in Fiore, domenica a Viterbo SotterraneaDomenica in programma visite guidate alla...

TV, Osvaldo Bevilacqua e Sergio Cesarini promuovono Viterbo

Osvaldo Bevilacqua, giornalista detentore dal 2015 del Guinness World Records TV per il Travel...

Bolzano, Loacker: dolce ricetta aziendale dalla squisita bontà famigliare

Sostenibilità significa avere uno stile di vita rispettoso delle risorse a disposizione, in grado...

DOBBIAMO MOLLARE? /riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Cita le infiltrazioni mafiose a Tuscania

A seguire l\'articolo scritto 15 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

VITERBO: A PIEDI DAL QUARTIERE RESPOGLIO ALLA QUERCIA ATTRAVERSANDO LO STORICO PERGOLATO

Attualmente a Viterbo il quartiere Respoglio è collegato a La...

Domenica 3 dicembre gratis a Palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante

Un’occasione da non perdere per visitare Villa Lante il meraviglioso parco con i suoi giardini...

Tuscia, a Viterbo prende forma la prima Comunità Energetica locale

È stata costituita a Viterbo, su iniziativa di un gruppo di cittadini, la Comunità Energetica...