Se il Piano di sviluppo ha rimesso in ballo l’ipotesi dell’aeroporto di Viterbo, la mannaia della spending review si abbatterà senza dubbio su Palazzo Gentili. Con ogni probabilità infatti Viterbo potrebbe perdere la Provincia e, con essa, anche l’Ufficio scolastico provinciale, ovvero l’ex Provveditorato agli studi.

La riduzione degli uffici periferici dell’amministrazione scolastica era già in odore di spending review, ma ora a darne tutti i crismi dell’ufficialità è stato il ministro della pubblica amministrazione e semplificazioni. Secondo le ultime dichiarazioni di Filippo Patroni Griffi infatti, nelle prossime settimane, quando si metterà a punto la complessa e spinosa questione relativa al riordino delle Province, si parlerà anche di ridefinizione degli Ambiti territoriali scolastici.

Una notizia, quella del ministro Patroni Griffi, destinata, con tutta probabilità, a mettere benzina sul fuoco alle preoccupazioni e alle proteste dei lavoratori degli ex Provveditorati agli studi che a Viterbo, e in tutta Italia, cominciano a vedere con una qualche incertezza e apprensione il loro futuro lavorativo.

“Accorpamento e funzioni alle Province – ha detto il ministro - è l'argomento che prenderà la scena appena tornati dalle vacanze. Si tratta di un'occasione per ridisegnare la presenza pubblica sul territorio e riordinare la presenza dello Stato. Perché quando andremo a ridisegnare le province rivedremo anche questure, prefetture, uffici scolastici e via dicendo”.
E gli eventuali esuberi? Nessun licenziamento, rassicura Griffi, “ricorreremo ai prepensionamenti e alla mobilità”.

All’Ufficio scolastico provinciale di Viterbo lavorano trenta impiegati, almeno un terzo dei quali è rappresentato da docenti inidonei all’insegnamento per motivi di salute e utilizzati in altri compiti. I quali docenti, alla luce della prima fase della spending review già varata, avrebbero dovuto ricoprire i posti scoperti nelle scuole dei collaboratori amministrativi.

Il condizionale è dovuto al fatto che all’ultimo momento il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, ha bloccato tutte le operazioni per approfondire l’argomento. Domani dovrebbero essere diramate le conclusioni del ministero. La presumibile utilizzazione nelle segreterie scolastiche dei docenti inidonei all’insegnamento per motivi di salute, oltre a innescare problemi di natura legale, potrebbe ulteriormente sguarnire l’organico dell’Ufficio scolastico provinciale. Con l’indebolimento della pianta organica, il personale amministrativo residuo potrebbe infatti non essere più in grado di espletare tutte le operazioni e le procedure che dall’inizio alla fine di ogni anno scolastico lo vedono impegnato.

E ciò, più che preoccupare il governo, preoccupa molto di più i lavoratori, consapevoli che una tale scelta significhi soltanto, appunto, ciò che ha detto il ministro: ridisegnare gli uffici scolastici in relazione al riordino delle province.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...