“17 dicembre 2011, quello fu il giorno di un'importante decisione. Una decisione che era necessario prendere a seguito di quanto richiesto ufficialmente dal presidente della Camera Gianfranco Fini: restare a Palazzo Chigi come parlamentare e dare le dimissioni da sindaco della Città di Viterbo, o lasciare il Parlamento e continuare il mio lavoro di sindaco”.

“Convocai per la mattina una riunione di maggioranza. Al termine dell'incontro tutti d'accordo. Tutti compatti a sostegno della mia permanenza a Palazzo dei Priori come sindaco. Una scelta dettata e suffragata dalla portata di numerosi progetti concretizzabili  grazie a cospicui finanziamenti regionali e ministeriali destinati alla riqualificazione del centro storico della città”. 

“Una decisione unanime che mi ha portato il 12 gennaio a rassegnare le mie dimissioni da deputato della Repubblica e confermare la mia volontà di portare a compimento il mio mandato da sindaco. Una scelta fatta con serenità, per il bene di Viterbo, condivisa da tutti i presenti in quella riunione di maggioranza. Molti di quei finanziamenti stanno arrivando, altri sono stati approvati in questi giorni”.

“Però oggi qualcosa è cambiato. C'è stato un cambiamento di idee da parte di diversi consiglieri, quegli stessi consiglieri presenti alla riunione di quel 17 dicembre. Mi sono fidato di quell'unica parola data in quella sede. Una parola a cui, io, ho dato un valore. Quella mattina eravamo “tutti d'un sentimento”, per dirla con un'espressione legata alla nostra tradizione e alla nostra Santa”. 

“Ad oggi, se queste nuove strategie politiche che si stanno delineando non consentiranno l'approvazione del bilancio, mio malgrado, dovrò interrompere questa consiliatura. Per non disturbare il clima di festa di questi giorni che si vive in città, per il rispetto di tutte le celebrazioni dedicate alla nostra Santa Patrona, ho deciso di continuare il mio mandato da sindaco fino al prossimo 5 settembre e rinviare le mie dimissioni al termine della festa più sentita e attesa da tutti i viterbesi”.





Giulio Marini
Sindaco di Viterbo

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...