Scuola e ambiente, novità Wwf anno scolastico 2012/2013, ultime notizie Roma - Anche quest’anno il Wwf porta la natura nelle classi (e le classi nella natura) con nuove proposte di educazione ambientale pensate per bambini e ragazzi, dalla scuola dell’infanzia fino alle superiori, e per i loro insegnanti. Ma non temano gli alunni, non si tratta di altri tomi da studiare! Con il Wwf, a tutte le età, natura e vivere sostenibile si imparano giocando, sperimentando, osservando, annusando, gustando, costruendo, leggendo, viaggiando… in classe, nei laboratori, nei campi scuola e nelle proposte di viaggio nelle Oasi Wwf e nelle suggestive aree protette di tutta Italia.

Per l’anno scolastico 2012-2013 il Wwf propone tante novità. A completare il percorso didattico degli storici Panda Club – i programmi dedicati alle scuole primarie e secondarie di primo grado – quest’anno dedicati all’alimentazione con il titolo “ Nei limiti di un solo Pianeta” nascono i “Panda Lab. Imparare facendo”, speciali laboratori pratici che affronteranno il legame tra alimentazione e impatti ambientali assaggiando, odorando, toccando i frutti a tavola (Lab “Il tempo delle mele”) o imparando a fare una “Spesa amica dell’ambiente”.

E da oggi è online il sito www.salvailtuopianeta.net, realizzato insieme a Coop Distretto Tirrenico, strumento multimediale per bambini dai 6 ai 12 anni e i loro insegnanti, dove si possono scaricare gratuitamente 8 Lezioni Multimediali realizzate dagli esperti Wwf su Clima, Terra, Oceani, Foreste, Cielo, Fattoria, Civilizzazione e Natura selvaggia. Le lezioni possono essere utilizzate sia sui pc che sulle Lavagne Interattive Multimediali (Lim) in dotazione alle scuole, a cui il Wwf anche quest’anno ha dato il proprio contributo con nuovi video sulle Oasi Wwf, le Fattorie del Panda, i giochi interattivi per scoprire la natura e l’alimentazione, fotogallery di animali e ambienti da tutto il mondo, un ricchissimo archivio di documenti per approfondire gli argomenti trattati in classe. Tutti i materiali sono facilmente accessibili e utilizzabili dagli insegnanti per integrare i propri programmi.

E sempre in tema di alimentazione sostenibile, parte il concorso di eco-ricette realizzato dal Wwf con la collaborazione di Electrolux, partner storico dell’Associazione sui temi dell’educazione ambientale. Possono partecipare tutte le classi, dalle elementari alle superiori, che invieranno ricette caratterizzate da ingredienti sani, di basso impatto ambientale e che nella loro realizzazione prevedano la riduzione dei consumi di acqua, energia, rifiuti. Le ricette migliori saranno premiate con la pubblicazione nella Guida all’alimentazione amica del Pianeta (2013), e con strumenti utili per la propria classe a beneficio di tutta la scuola, come  un televisore lcd 32 pollici, una videocamera, una macchina fotografica e una selezione di libri a carattere ambientale.

Per iscrivere la propria classe ai programmi del Wwf e conoscere tutte le proposte per le scuole, notizie utili, e la newsletter bimestrale dedicata agli insegnanti c’è il sito www.wwf.it/educazione.

Nei suoi 46 anni di vita il Wwf Italia ha sempre investito molto nell’ambito educativo per favorire il legame con l’ambiente, la capacità di leggerne i fenomeni, di immaginare e progettare un futuro migliore ed è così che si strutturano le molte proposte dell’associazione rivolte alla scuola, ai giovani, ai cittadini in un percorso che si articola lungo tutto l’arco della vita.

“Durante tutto l’anno scolastico offriamo spunti e occasioni per coinvolgere classi e docenti nel cammino di conoscenza e di cura del nostro pianeta, per creare nei più giovani passione, attenzione e attivazione verso un futuro più sostenibile. Oltre alla magia di andare in natura con gli esperti che ogni giorno si prendono cura di essa, le lezioni interattive e digitali coinvolgeranno le classi in una didattica più innovativa, nuove aperture al lavoro di gruppo e a percorsi di ricerca degli insegnanti con i ragazzi. Un percorso di vita e partecipazione che può aiutare la scuola anche in un momento di tagli e scarsità di risorse” spiega Maria Antonietta Quadrelli, coordinatrice dell’ufficio Educazione Wwf Italia.

Da oltre 40 anni il Wwf è impegnato nelle scuole per diffondere nei ragazzi l’amore per l’ambiente il cui vivono e il rispetto per tutte le specie viventi. Lo fa in primo luogo attraverso i percorsi educativi Panda Club, programmi didattici all’avanguardia realizzati dai migliori esperti di educazione ambientale. Negli anni, 1.250.000 sono stati gli alunni che hanno imparato a conoscere l’ambiente grazie ai programmi didattici Wwf. La formazione dei docenti è curata in modo particolare perché uno dei punti strategici del programma educativo Wwf,  oltre 15.000 sono stati gli insegnanti che hanno scelto i nostri percorsi educativi. Quasi 4.000 ogni anno le classi che scelgono un programma didattico Wwf.

Molteplici i riconoscimenti ricevuti: dal Premio per l’impegno nell’Educazione ambientale consegnato dal presidente della Repubblica, all’accreditamento del Wwf, da parte del Miur, come Ente accreditato per la formazione dei docenti, al riconoscimento della Commissione Italiana Unesco che promuove nel nostro Paese il decennio Onu (2005-2014) dell’educazione allo Sviluppo Sostenibile. Le classi che scelgono i programmi didattici dell'associazione entrano nel mondo Wwf e imparano ad andare a scuola di futuro.

I percorsi educativi proposti dal Wwf sono legati anche alle scelte d’approfondimento indicate dai ministeri dell’Istruzione e dell’Ambiente, con i quali il Wwf collabora da anni.  Sono programmi didattici che stimolano nei ragazzi l’osservazione del mondo che li circonda, partono dalle loro esperienze concrete e li invitano all’individuazione e all’adozione di soluzioni personali e praticabili.

E quest’anno anche diari, astucci e cartelle possono aiutare la natura: i prodotti della linea Franco Panini Scuola per il Wwf, con cartotecnica realizzata in carta ecologica certificata proveniente da foreste gestite nel rispetto della natura, si troveranno anche in tutti i 51 ipermercati Auchan. Acquistando un prodotto della linea Wwf, Auchan devolverà una parte del suo ricavato all’ambiente e alla tutela delle 13 Oasi Wwf adottate dai 51 ipermercati in tutta Italia.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Il libro di Antonello Durante per capire il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...