La confederazione italiana agricoltori di Tarquinia,da sempre attenta alle problematiche legate alla salvaguardia dell’ambiente e per la sicurezza alimentare esprime la sua assoluta

contrarietà al progetto di “autostrada” sul territorio di Tarquinia.

Siamo convinti,che tutte le battaglie fatte in passato contro l’autostrada ,non possano essere

buttate nel dimenticatoio,le ragioni che univano le popolazioni il mondo agricolo e quello politico siano ancora attuali.

La proposta di approvazione da parte del comune di Tarquinia alla realizzazione dell’autostrada è un colpo di spugna che la politica vuole realizzare ai danni delle popolazioni di questo territorio,a cui si chiede ancora una volta di subire in silenzio una “servitù”,troppo impattante per l’ambiente e per l’agricoltura.

Riteniamo che i cittadini di Tarquinia non siano stati sufficientemente informati sulla nuova proposta di “autostrada”,che utilizza ingannevolmente la parola adeguamento della strada statale Aurelia in autostrada di tipo “A”,nei fatti propone una seconda arteria di 25,5 mt di sede stradale (da calcolare in più i metri di distanza di sicurezza dall’autostrada) e di 4.00-7.00 mt di altezza rispetto all’Aurelia.

Questo territorio deve essere difeso per poter esprimere ancora la sua vocazione agricola e turistica,ecco perché siamo contro le scelte scellerate come quelle della riconversione a carbone di Tvn a Civitavecchia,e quella dell’autostrada che per la sua realizzazione taglierà in due,la città riversando tonnellate di cemento su centinaia di ettari di terreni agricoli.

Noi eravamo e siamo convinti che si debba realizzare l’adeguamento dell’Aurelia in un’arteria più sicura e più efficiente rispetto al problema di mobilità del tratto Grosseto-Civitavecchia,tenendo sempre nel dovuto conto l’impatto sull’ambiente e il diritto di insistenza degli agricoltori sulla propria terra,che con gli espropri verrebbe meno.

La confederazione italiana agricoltori,comincia a chiedersi;ma cosa hanno deciso di fare di questo territorio?


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...