I cittadini di via di Villa Panphili ce l’hanno fatta: dopo giorni di presidio attivo, organizzato per contrastare il terzo impianto di telefonia mobile sopra l’edificio di proprietà Enasarco, ieri hanno ricevuto la comunicazione del Presidente del XVI Municipio, Bellini, che li informava sulla acquisita sospensiva dei lavori, concordata con il gestore.

Si tratta sicuramente di una vittoria collettiva, di una piccola/grande conquista di civiltà, ottenuta con rabbia e determinazione ed a dispetto di tutti i pronostici, che davano per scontato l’ennesimo schiaffo alla dignità dei cittadini, in nome di interventi che la legge ha infelicemente classificato “opere di urbanizzazione primaria”.

Hanno pesato, per il conseguimento di questo epilogo, evidentemente alcune situazioni pregresse, tra cui:
1. gli impianti già collocati presso lo stesso sito, la cui moltiplicazione avrebbe determinato il formarsi di un polo elettromagnetico di dimensioni preoccupanti;
2. la presenza, nelle immediate vicinanze, di ben due istituti scolastici, definiti dalla normativa “siti sensibili” e, dunque, meritevoli di preventiva tutela.
Il Coordinamento dei Comitati Romani, che da subito ha offerto il proprio fattivo sostegno ai cittadini riuniti in Comitato spontaneo, esprime viva soddisfazione per il risultato conseguito, che riscatta parzialmente la popolazione da decisioni calate dall’alto senza un preventivo e condiviso coinvolgimento del territorio, ponendola al riparo da ulteriori rischi di una eccessiva concentrazione di sorgenti elettromagnetiche.

Adesso, sostiene il Coordinamento, è necessario ed auspicabile che il Municipio si faccia carico di proseguire l’impegno intrapreso, predisponendo nel confronto con il gestore e l’Enasarco le condizioni affinché alla sospensiva segua un provvedimento definitivo di rinuncia per quel sito.

Solo così i cittadini avranno certezza che la loro battaglia non sarà stata solo un forzato momento aggregativo, ma un atto di legittima autodeterminazione.

Giuseppe Teodoro

Coordinatore dei Comitati romani contro l'Elettrosmog

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...