Fiumicino ultime news LAZIO -  www.UnoNotizie.it - Il 21 febbraio prossimo si terrà l'incontro con l'Assessore all'Ambiente e Qualità della Vita Gino Percoco. Sono tante le questioni che vorremmo affrontare: dal biogas a Maccarese alla raccolta differenziata, dall'inquinamento ambientale alla difesa della salute: questioni enormi sulle quali chiederemo all'Assessore Percoco di assumere, per conto dell’Amministrazione, impegni e posizioni chiare.

La prima questione è il biogas a Maccarese: nel corso dell'Assemblea che abbiamo tenuto sabato scorso  a Torrimpietra i medici dell'ISDE ci hanno chiaramente spiegato come questo genere di impianti sia dannoso per la salute e per l'ambiente. Il Comune deve stare al fianco dei suoi cittadini, deve dire con forza il suo NO perché, come ci ha confermato la Provincia di Roma, il solo parere contrario del Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali non è sufficiente a bloccare il progetto dell’AMA. Molto probabilmente tutto sarà rinviato a dopo elezioni, ma temiamo che la situazione possa precipitare in poco tempo.

Il Comune di Fiumicino deve sostanziare il suo NO non solo trasformando il “parere non favorevole”, espresso in Conferenza dei Servizi il 18 dicembre scorso, in un netto “parere contrario”, ma continuando con forza il percorso appena avviato, seppure fra mille criticità, della raccolta differenziata.

È questo il secondo argomento rispetto al quale chiederemo all’Ass. Percoco di fornirci informazioni precise rispetto ai livelli di differenziata raggiunti: vogliamo conoscere la consistenza delle diverse frazioni merceologiche e l’avvio delle stesse alle piattaforme di recupero, la situazione relativa ai centri di raccolta comunale, l’imminente avvio della raccolta pap a Focene, Fregene e Passoscuro, il passaggio alla TARES e come questa nuova tassa potrà influire, quanto meno da un punto di vista tariffario, sul ciclo dei rifiuti.

Noi pensiamo che dopo Fregene sia fondamentale affrontare il porta a porta a Maccarese, in modo da eliminare i cassonetti nell’intera zona, ed evitando il picco estivo delle località balneari, procedere con le località a Nord del comune.

Il futuro di questo territorio lo vediamo nelle ricchezze ambientali, storiche, archeologiche, nell’agricoltura e nel turismo di qualità, nella qualità di vita che potrebbe e dovrebbe garantire. Sono 11 anni che il nostro territorio riceve i rifiuti mercatali di Roma nell’impianto di compostaggio AMA di viale dei Tre Denari, 330.000 tonnellate che testimoniano come Fiumicino abbia già abbondantemente contribuito allo smaltimento dei rifiuti della capitale.

È ora di dire basta, non possiamo diventare il nuovo polo dei rifiuti e dell’energia di Roma. Siamo poco più di 75.000 abitanti con una produzione di rifiuti di circa 55.000 tonn/anno, di cui la frazione umida a regime sarà di circa 15.000-18.000 tonn/anno a cui si può aggiungere sfalci e verde vario, ma con una forte azione di riduzione a monte e di differenziazione nella raccolta potremmo trasformare Fiumicino in un comune virtuoso!

Oggi purtroppo ci troviamo in una situazione ampiamente compromessa che ci colloca fra i pochi comuni della Regione Lazio (31 sui 378 totali) in classe 2: vuol dire che abbiamo un’aria malata dove la presenza degli agenti inquinanti è già critica. Per questo continuiamo a chiedere, e lo faremo anche il 21 all’Assessore Percoco, di destinare consistenti risorse economiche al monitoraggio dell’aria, dell’acqua, del suolo e del sottosuolo, come continuiamo a chiedere quali provvedimenti si intendano prendere per mitigare il rischio inquinamento che potrebbe derivare dagli impianti della Società Maccarese.



Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

FRANCIA TURISMO SOSTENIBILE NEL SEGNO DELL’ACQUA

E’ stata presentata a Roma, all’Ambasciata di Francia, alla presenza dell’Ambasciatore...

Il libro di Antonello Durante ci spiega il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

TUSCIA, FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

REPORT, RAI3, Lunedì alle 21:20. Noccioleti, fitofarmaci e aumento dei tumori

Nella zona del viterbese tra Nepi e il lago di Vico il 90 per cento del patrimonio arboreo è...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...