Talvolta e' persino patetica la lobby politico-affaristica che vorrebbe imporre a Viterbo un nocivo e distruttivo mega-aeroporto per voli low cost del turismo "mordi e fuggi" per Roma, che vorrebbe replicare a Viterbo il disastro ambientale e sanitario provocato a Ciampino, che vorrebbe violare piani e vincoli di programmazione territoriale e regolamenti e leggi regionali, italiani ed europei, e ancora una volta cerca di ingannare la popolazione, sperperando senza ritegno soldi pubblici e diffondendo una propaganda tanto mistificante quanto grottesca.
Come quando realizza certi convegni a porte chiuse in cui gli allegri compari se la suonano e se la cantano. E vorremmo sapere se e quanti pubblici denari sono stati spesi per queste e consimili operazione di squallida propaganda e di grottesca mistificazione. Poiche' verra' pur il giorno che certi pubblici amministratori malaccorti e irresponsabili saranno chiamati a risarcire di tasca loro il pubblico erario.
Oppure quando spacciano annunci roboanti di "cabine di regia" per designare modeste riunioni in cui si rifrigge la medesima aria fritta, ovvero si continua a propalare la favola bella delle magnifiche sorti e progressive quando invece il piano e' sempre e solo quello del solito film gia' visto e
rivisto: la stangata ai danni dell'ambiente, ai danni della popolazione, ai danni del pubblico erario.
*
Perche' nessuna mistificante propaganda potra' scalfire la dura realta' dei fatti, e i fatti sono ormai a tutti evidenti:
a) e' impossibile realizzare il mega-aeroporto nell'area termale del Bulicame senza devastare irreversibilmente un bene naturalistico e storico, terapeutico e sociale, economico e simbiolico, di importanza fondamentale per Viterbo;
b) e' impossibile realizzare il mega-aeroporto senza danneggiare rilevanti beni ambientali, culturali ed economici, legittimi interessi e diritti soggettivi della popolazione dell'Alto Lazio;
c) e' impossibile realizzare il mega-aeroporto senza aggredire duramente la salute e la qualita' della vita di tanta parte della popolazione di Viterbo e dell'Alto Lazio, area che gia' subisce la violenza di dissennate servitu'
e selvagge speculazioni;
d) e' impossibile realizzare il mega-aeroporto perche' un simile scempio lo impediscono le leggi italiane ed europee e gli strumenti di pianificazione, di tutela ambientale ed i vincoli di salvaguardia regionali e locali.
*
Il mega-aeroporto a Viterbo non si fara'. Perche' e' un crimine e una follia. Perche' occorre ridurre il trasporto aereo e non incrementarlo.
Perche' occorre difendere la salute delle persone, i diritti dei cittadini, la biosfera che e' l'unica casa comune che l'umanita' intera abbia.

Peppe Sini
responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...