Aveva pensato di suicidarsi in albergo l'attentatore ultime news Luigi Preiti-
I due avvocati che lo difendono, dichiarano che il loro assistito ha espresso preoccupazione per le condizioni del ferito grave. "Aveva pensato di suicidarsi in albergo ma poi ha desistito pensando che sarebbe stato interpretato come uno dei tanti suicidi legati alla crisi".

Intanto migliora anche se lievemente
Giuseppe Giangrande, il carabiniere rimasto gravemente ferito nella sparatoria avvenuta domenica scorsa di fronte a palazzo Chigi domenica, rimasto in prognosi riservata.

Il brigadiere, colpito al collo dal quarantasettenne Luigi Preiti, è stato sottoposto a un intervento di tracheotomia percutanea per "facilitare la ripresa della respirazione spontanea" - si è appreso dal bollettino medico.

Intanto, il giudice per le indagini preliminari, Bernardette Nicotra, ha confermato lo stato di arresto di Preiti, che è stato sottoposto a un lunghissimo interrogatorio, in cui quest'ultimo si è stato colto da forti crisi di pianto.

Sono due i carabinieri feriti nella sparatoria davanti a palazzo Chigi, ultime notizie Roma - www.UnoNotizie.it - Proprio mentre al Quirinale era in corso il giuramento del nuovo governo presieduto da Letta, due militari dell'arma dei carabinieri sono stati colpiti da alcuni colpi esplosi da un uomo a sua volta ferito e già in custodia alle forze dell'ordine.


Uno dei due carabinieri sarebbe grave, ma per entrambi si escude il pericolo di vita. Così è scattato subitaneo lo 'stato di massima sicurezza' con l'allontanamento dei convenuti nella piazza di fronte a palazzo Chigi. Lo sparatore, prontamente fermato, sarebbe secondo i primi riscontri un italiano di 49 anni incensurato.

L'uomo, in giacca e cravatta, ha aperto il fuoco esplodendo numerosi colpi di pistola verso i militari che sono stati colpiti uno al collo e uno alla gamba. I due feriti sono un appuntato e un brigadiere. Inoltre ha riportato una ferita di striscio anche una donna incinta che si trovava a passare adesso ricoverata al Santo Spirito. 

Lo sparatore è arrivato davanti a Palazzo Chigi provenendo a piedi da Montecitorio. Giunto davanti allo sbarramento del reggimento mobile dei carabinieri, ha esploso un numero imprecisato di colpi con una pistola calibro 22, ferendo il primo militare alla gamba e poi colpendo l'altro, che  presidiava la garitta, al collo.







I due carabinieri sono il brigadiere Giuseppe Giangrande, 50 anni, e il carabiniere scelto Francesco Negri, di 30. Sia il brigadiere sia l'appuntato sono effettivi al Battaglione Tuscania.

Lo sparatore è stato subito immobilizzato dagli altri agenti presenti sul posto, dopo aver abbozzato un tentativo di fuga: si chiama Luigi Preiti, sarebbe originario di Rosarno, in Calabria, ma viveva in Piemonte, in provincia di Alessandria, da molti anni.

Preiti avrebbe solo un vecchio precedente per falso e sicuramente non è considerato soggetto legato alla criminalità organizzata. L'uomo non è dunque legato alla 'ndrangheta, secondo quando emerge dalle prime ricerche effettuate dagli investigatori di Reggio Calabria.

Fonti investigative qualificate affermano che l'uomo versava in condizioni difficili dopo la separazione dalla moglie e la perdita del lavoro, essendo finito nella spirale del gioco dei videopoker.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Paese che Vai presenta Vitorchiano

Nella foto Sergio Cesarini con Pina giordano a VitorchianoSabato 11 giugno, “Paese che Vai”, la...

TV: San Martino al Cimino a Paese che Vai

Sabato prossimo, 21 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Tuscia: a Soriano nel Cimino ”Carabinieri: storie di uomini stra…ordinari”

Nella prestigiosa sede del Comune di Soriano nel Cimino (Vt) il giorno 14 maggio 2022, a partire...

A Paese che Vai Sant'Angelo, 'Il paese delle fiabe' e Roccalvecce

Sabato prossimo, 7 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Viterbo, Villa Lante di Bagnaia: si entra gratis il primo maggio

La spettacolare Villa Lante di Bagnaia, è visitabile ad ingresso gratuito, su...

Primo maggio a Viterbo Sotterranea

Il 1 maggio Viterbo Sotterranea rimane aperta per accogliere tutti i visitatori. In programma...

Vignanello e il Castello Ruspoli a "Paese che Vai

Sabato prossimo, 16 aprile, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

A Viterbo Sotterranea in vendita l'interessante libro sull'Arma dei Carabinieri

Il titolo accattivante e originale del libro, “Carabinieri: storie di uomini...