Purtroppo, dopo le prime segnalazioni che vedevano gli ibis divisi almeno in due gruppi, uno verso nord e l’altro al confine con il Lazio, in località Pescia Romana- Chiarone, non abbiamo più avuto notizie, salvo l’osservazione di un esemplare in località il Borro (AR) nel fine settimana scorso.

Uno degli esemplari, Alex, è l’unico recuperato nel Comune di Capalbio, e adesso è stato messo assieme ad altri quattro ibis dello scorso anno, con meno manie di fuga, nella speranza che riesca a legare con i suoi simili e seguirli nei loro spostamenti in Maremma.

Nella giornata di domani arriveranno due ricercatori dell’associazione austriaca Waldrappen, promotori del progetto, che cercheranno di capire quali siano state le cause di questo anomalo comportamento.

Nel frattempo quindi rinnoviamo a tutti i cittadini l’invito a contattarci in caso di avvistamento.

Si ricorda che si tratta di animali in grave pericolo di estinzione e protagonisti di un progetto internazionale per la reintroduzione e/o integrazione delle popolazioni rimaste nei Paesi di origine.

Se vi capiterà di incontrarli non abbiate paura, si avvicinano all’uomo perché sono stati cresciuti da mamme  e papà adottivi umani.

Si tratta di trampolieri di medie dimensioni di colore scuro, becco ricurvo molto lungo e di colore rosso.

In volo possono essere confusi con il cormorano, ma se sono posati nei prati al pascolo si tratta sicuramente di loro.

Alle zampe hanno degli anelli colorati per il loro riconoscimento; se quindi avete la fortuna di vederli da vicino è molto importante segnare anche i colori degli anelli e la loro posizione.

Vi preghiamo ancora di chiamare immediatamente, le osservazioni vecchie, anche se utili, non ci consentono il loro ritrovamento.

Se li avete visti in un determinato posto, controllate nuovamente se sono ancora presenti.

Chiedete ad amici e parenti se sono a conoscenza dell’accaduto, diffondete il più possibile la notizie.

Grazie a tutti coloro che hanno chiamato e che chiameranno.

 

 

Fabio Cianchi

direttore dell’Oasi WWF di Orbetello

 

 

Numeri utili: 0564/898829 – 320/8223972 – 0564/870198

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...