I PROFESSORI DELLA SCUOLA MEDIA DI NEPI “ A. STRADELLA”, RESPINGONO LE ACCUSE INFONDATE DELLA MAGGIORANZA COMUNALE.

 

Il corpo docente della scuola media prende atto di quanto affermato dalla maggioranza consigliare del Comune di Nepi sul giornale propagandistico “Nepinsieme”, che recita: “I genitori hanno fatto presente che alcuni insegnanti della scuola media di Nepi, sin dal primo anno, continuano a fornire incomplete ed errare informazioni, addirittura cercano di disincentivare i ragazzi ad iscriversi al liceo di Nepi. Per questo è opportuno un intervento forte del dirigente scolastico per verificare se esistono, in questo comportamento, interessi non didattici....” . I docenti manifestano il loro totale disappunto e profondo disagio nell’apprendere che, a fini propagandistici, si intende soffocare e/o deviare i loro  compiti istituzionali.

 

Rammentiamo alle SS.LL. che compito istituzionale di ogni insegnante, oltre che morale, secondo quanto previsto dall’Ordinamento Scolastico, è quello di consigliare ed orientare i discenti verso scelte che siano confacenti alle loro attitudini e  non di avviare chiunque verso la scuola del paese, solo per riempirla, perché non renderemmo un servizio né all’alunno né alla scuola.

 

Preg.ma amministrazione, in questa scuola la politica non interessa. Noi vogliamo solo dare ai ragazzi un bagaglio culturale il più ampio possibile, perché vogliamo solo il loro bene. Consideriamo, infatti,  che la nostra gratificazione morale e professionale immediata e soprattutto futura, è quella di incontrare, a distanza di anni, i nostri allievi e vederli realizzati nella vita sapendo che hanno messo a frutto i nostri insegnamenti.

Preghiamo, invece, vivamente la maggioranza di questo Comune affinché si adoperi per completare al più presto il lavoro di ristrutturazione e per fornire agli studenti quello di cui hanno bisogno per crescere, confrontarsi e acquisire quanto gli è dovuto.

 Pertanto rifiutiamo integralmente quanto pubblicato sul giornale propagandistico “ Nepinsieme” perchè è una bugia e pregheremo noi il Dirigente scolastico affinché ci tuteli da illazioni future.

A tale proposito facciamo presente che un’alta percentuale di alunni che frequentano il Liceo linguistico in questione provengono dalla scuola media di Nepi.  Inoltre ricordiamo che il Liceo “Colasanti” non appartiene al comune, ma è una succursale dell’Istituto di Civita Castellana.

 

Per questo ci riteniamo moralmente e professionalmente offesi e chiediamo pubbliche scuse.

 

 

                                                              I docenti  della scuola secondaria di I ° grado

                                                                                    “A. Stradella”

                                                                                              Nepi

 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...