Tripla azione di Greenpeace. I climber hanno scalato  il faro della “Lanterna” di Genova, storico monumento e simbolo della città, per aprire un enorme striscione (8mt x 8mt) con su scritto “Enel chiudi la centrale”.

Altri attivisti di Greenpeace, nel frattempo, sono entrati all’interno dell’impianto dell’Enel e hanno incominciato a scrivere “Enel clima killer” sulla facciata dell’edificio. Un terzo team, a bordo di gommoni, ha scritto “Enel quit coal” sulla fiancata di una nave carboniera che sta scaricando carbone per la centrale. È questa la terza tappa del tour “No carbone” dell’Artic Sunrise in Italia.

 

“E’ inaccettabile che, mentre il mondo corre verso una crisi climatica irreversibile, una centrale a carbone risalente al 1928 sia ancora funzionante” critica Francesco Tedesco, responsabile Campagna Energia e Clima di Greenpeace. “Chiediamo alla società di accogliere le ripetute richieste della Regione Liguria e chiudere l’impianto al più presto.

Aspettare al 2020 è anacronistico”.

 

E’ infatti possibile sostituire la potenza della Lanterna con fonti pulite come eolico e solare. Il potenziale eolico raggiungibile al 2020 in Liguria è pari a 280 MW e permetterà di creare oltre mille posti di lavoro legati all’energia pulita (1). “La Regione sta prendendo giuste decisioni verso lo sviluppo delle rinnovabili, come nel caso del progetto eolico nel porto di Genova o l’apertura di un polo per il solare fotovoltaico a Ferrania. Occorre proseguire con decisione in questa direzione, così come richiedono gli obiettivi vincolanti imposti dalla normativa europea al 2020” afferma Tedesco.

 

Ad oggi la Liguria è ancora uno dei maggiori poli di utilizzo del carbone in Italia, con ben tre impianti sul suo territorio. Negli ultimi anni le emissioni di queste tre centrali sono aumentate e rappresentano oggi circa la metà delle emissioni totali di CO2 della regione (2).

 

Enel è il primo emettitore di CO2 in Italia, con 46,7 milioni di tonnellate nel 2007, circa un terzo delle emissioni di gas serra dell’intero comparto termoelettrico (3). Nonostante gli impegni internazionali del nostro Paese, la società persegue l’obiettivo di arrivare al 50% della propria produzione elettrica da carbone, pianificando di aggiungere oltre 20 milioni di tonnellate di CO2 alle emissioni che l’Italia dovrebbe invece ridurre. “Greenpeace continuerà a battersi contro la realizzazione di nuovi impianti a carbone” assicura Tedesco.

 

“Per evitare di entrare in una crisi climatica irreversibile occorre fermare la crescita delle emissioni mondiali di gas serra entro il 2015”

spiega Agnes De Roij, responsabile della Campagna Clima di Greenpeace International, a bordo dell’Arctic Sunrise. “Occorre ridurre da subito la dipendenza dai combustibili fossili, a partire dal carbone, e avviare al più presto una rivoluzione energetica pulita”.

 

LINK

(1) http://www.anev.org/modules/Documents/eodocuments/Potenziale_Eolico.pdf

(2) http://www.greenpeace.it/quitcoal/BriefingTAPPA3_FINAL.pdf

(3) http://www.greenpeace.it/quitcoal/tabella_classifica.pdf

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...