Facebook: attenzione alle truffe! In vendita anche fantomatiche sigarette alla cannabis che possono essere consegnate comodamente a casa, ultime notizie dal Web -
Gli annunci a pagamento sul social network più importante sono diventati la normalità, ma alcuni sono delle truffe vere e proprie. La pubblicità è per Facebook la principale fonte di reddito, tanto da farne il secondo operatore nel mercato globale della pubblicità su Internet, dietro a Google .

Vittima del suo successo, la rete con 1,2 miliardi di utenti attira un’infinità di malfattori, come più volte abbiamo segnalato noi dello “Sportello dei Diritti”, per mettere in guardia i cittadini dai rischi connessi.

È noto, infatti, che ogni individuo può fare pubblicità a pagamento. Ma normalmente, questi "annunci" sono verificati da Facebook per evitare che possano essere violate le regole della rete, ma anche la legge vigente.

Tra le tante bufale che si leggono, è possibile incappare su pubblicità sponsorizzate come questa: Offriamo sigarette di cannabis!

La società in questione, sostiene di essere in grado di consegnare questo prodotto e aggiunge una promozione del 15%.  Un'offerta "attraente", anche se dobbiamo ricordare che la cannabis è vietata dalle leggi vigenti in quasi tutti i paesi europei.

Ed allora sorgono due problemi.  Il primo è semplice: questo prodotto non esiste. Questo falso annuncio è  stato pubblicato dal giornale satirico francese Abril Uno che aveva inventato dal nulla questa bufala. Una bella trovata pubblicitaria per il giornale, questa "informazione" è stato condiviso 1,2 milioni di volte su Facebook. Il secondo è ovviamente il carattere illegale del prodotto in molti paesi.

In Francia alcuni giornalisti hanno provato ad “acquistare” queste sigarette.  Almeno in astratto la risposta è stata “sì”, il sito è piuttosto ben fatto e si presenta come un sito commerciale classico.  Ma il vostro ordine non arriverà mai... Perché proprio da ieri, il sito è in "manutenzione", strano ... Ancora una volta, quindi, Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ricorda alcuni consigli per evitare di essere truffati.

In primo luogo, la regola più banale: verificare se il prodotto esiste! Questo sembra ovvio, ma non dobbiamo sottovalutare la fantasia dei truffatori ... Quindi non esitate a chiedere informazioni sul sito e sul bene che si è intenzionati ad acquistare. Niente di più semplice: cercando pareri sul sito (o il prodotto) su Internet. Il logo è anche un buon indicatore, molti usano falsi loghi o marchi di qualità (visibilmente) scarsi.

Infine, prestate attenzione alle garanzie per i pagamenti perché le truffe e frodi su Internet crescono vertiginosamente nella rete e rappresentare il 50% delle frodi bancarie. Quindi, siate sempre vi
gili.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...