"Adesso che è stato approvato il decreto 137, ed in particolare l'art. 4 relativo alla scuola elementare, senza accogliere né la richiesta di abrogazione di quell'articolo proposta dalla maggioranza delle Regioni, né quella - avanzata da alcune Regioni di centro-destra come la Lombardia - di precisare nel decreto la garanzia per le famiglie di poter optare per le 27 ore o per il tempo pieno, ho alcune domande da fare al Ministro Gelmini. Se le famiglie italiane, nell'iscrivere i propri bambini alla scuola elementare nel prossimo anno scolastico, chiederanno le 27 ore (maestro prevalente) o il tempo pieno, è in grado di garantire - come continua ad assicurare - l'accoglimento di queste domande? O succederà, invece, che saranno solo le famiglie del Nord e di qualche area metropolitana del Centro a poter optare per il tempo pieno, mentre le altre saranno obbligate a riprendere i bambini alle 12,30? "

E' quanto sostiene Silvia Costa, Assessore all'Istruzione della Regione Lazio e coordinatore della IX Commissione Istruzione della Conferenza delle Regioni.

"Chiedo inoltre al Ministro: sul Regolamento previsto dalla Manovra finanziaria (che dovrà definire i criteri per accogliere tali domande) continuerà a mancare un vero confronto preventivo con le Regioni e con gli enti locali, che pure sono titolari delle competenze di programmazione dell'offerta scolastica e di realizzazione dei servizi scolastici, come sta avvenendo da tre mesi in qua? Quale idea di 'leale collaborazione' fra le istituzioni, di federalismo praticato, di valorizzazione dell'autonomia didattica e di organizzazione delle scuole ha il Ministro Gelmini?"

"Come è noto, il Lazio, insieme ad altre cinque Regioni, ha presentato ricorso alla Corte costituzionale contro l'art. 64 della Manovra finanziaria, perché entra in modo illegittimo nelle competenze regionali. Come Assessore regionale e come coordinatore degli Assessori regionali all'Istruzione sono fino in fondo impegnata, insieme alla Giunta e su mandato della maggioranza del Consiglio regionale, a garantire il rispetto delle autonomie scolastiche e delle competenze costituzionali contro ogni forzatura. Invito, però, tutti ad avere, in questo momento così difficile, un alto senso di responsabilità."

"Chiedo ai dirigenti scolastici - ha concluso l'Assessore Costa - di garantire gli spazi e le modalità che consentano agli studenti, ai docenti ed ai genitori di confrontarsi e di approfondire le questioni in discussione, ma chiedo agli studenti di ricordare che la scuola è un bene di tutti e che quindi le legittime forme di protesta non devono travalicare il diritto allo studio ed interrompere la didattica."

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...