Falsificazione euro, il rapporto, ultime notizie Roma -
L’UCAMP, Ufficio centrale antifrode dei mezzi di pagamento del Dipartimento del tesoro, pubblica sul sito http://www.dt.tesoro.it/it/antifrode_mezzi_pagamento/rapporti_statistici/euro.html il XXV Rapporto sulla falsificazione dell'euro, che registra un aumento nel 2013 delle falsificazioni di banconote e monete in Italia, ma il fenomeno resta sotto controllo. Non sarebbe tuttavia corretto stimare tale aumento mettendo a confronto i dati del 2013 con quelli del 2012 poichè lo scorso anno è stato introdotto il nuovo sistema di monitoraggio SIRFE (sistema informatizzato rilevazione falsi euro) che ha permesso di disporre di dati più significativi in conseguenza di un maggiore afflusso di segnalazioni via telematica da parte dei gestori del contante. Inoltre, nel 2013 si è verificato un sequestro record di banconote da parte delle Forze dell’ordine.

Nel 2013 sono pervenute all’UCAMP 133.130 segnalazioni di sospetti casi di falsità, aventi a oggetto il ritiro dalla circolazione e/o il sequestro di 1.670.728 banconote e 36.682 monete metalliche.
Il 41,5 per cento delle segnalazioni è pervenuto dagli Istituti bancari, il 53,5 per cento dalle Agenzie di custodia e trasporto denaro e il 3,5 per cento dagli Uffici postali. Il rimanente 1,5 per cento delle segnalazioni proviene dagli altri Enti istituzionalmente deputati al ritiro/sequestro delle banconote e delle monete sospette di falsità, essenzialmente le Forze di polizia.

Dettaglio numerico ed analisi


Guardando ai dati numerici, il quantitativo maggiore di banconote sospette di falsità ritirate riguarda il taglio da 50 euro (1.585.121 banconote). Peraltro i dati risentono di un’accentuata variabilità dovuta - in particolare nel 2013 per le banconote – alla conclusione di indagini delle Forze dell’ordine.
Nel corso di una sola operazione, infatti, sono state sequestrate 1.550.500 banconote del taglio da 50 euro. Neutralizzando a fini di analisi il dato di questo maxi sequestro1, si confermerebbe ancora una prevalenza di banconote ritirate da 20 euro (47.671 biglietti) rispetto a quelle da 50 euro (34.621).
Per quanto attiene alle monete, sono stati ritirati dalla circolazione e/o sequestrati 36.682 pezzi, di cui 14.536 da 2 euro, 11.726 da 1 euro e 10.307 da 50 centesimi. La maggior parte delle monete metalliche ritirate è riconducibile a individuazioni effettuate dalle agenzie di custodia e trasporto denaro.

Fonte: Ministero dell'Economia e delle Finanze


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

EMusic & Etruria, a Canino da oggi le star del jazz internazionale

Paolo Damiani e Roberto Gatto fra gli ospiti della rassegna in programma dal 24 al 30...

Paese che Vai presenta Vitorchiano

Nella foto Sergio Cesarini con Pina giordano a VitorchianoSabato 11 giugno, “Paese che Vai”, la...

TV: San Martino al Cimino a Paese che Vai

Sabato prossimo, 21 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Tuscia: a Soriano nel Cimino ”Carabinieri: storie di uomini stra…ordinari”

Nella prestigiosa sede del Comune di Soriano nel Cimino (Vt) il giorno 14 maggio 2022, a partire...

A Paese che Vai Sant'Angelo, 'Il paese delle fiabe' e Roccalvecce

Sabato prossimo, 7 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Viterbo, Villa Lante di Bagnaia: si entra gratis il primo maggio

La spettacolare Villa Lante di Bagnaia, è visitabile ad ingresso gratuito, su...

Primo maggio a Viterbo Sotterranea

Il 1 maggio Viterbo Sotterranea rimane aperta per accogliere tutti i visitatori. In programma...

Vignanello e il Castello Ruspoli a

Sabato prossimo, 16 aprile, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...