ZARATTI: “VAREREMO BANDO PER PICCOLA RICERCA”

 

È partita stamattina la seconda edizione di Ecofest, la festa dell’Ambiente voluta dall’Assessore regionale Filiberto Zaratti, con il primo dibattito "I nuovi valori della quotidianità. La casa ecologica e i consumi sostenibili" che ha visto tra gli altri la partecipazione dell’Assessore regionale al Bilancio Luigi Nieri e del nuovo Assessore all’Ambiente capitolino, Fabio De Lillo.

«Ecofest rappresenta un punto di discussione, di dibattito e di verifica sulle politiche ambientali messe in campo dalla Regione Lazio, nel quale trovano spazio spunti di riflessione in relazione ai modelli di sviluppo della nostra società. – ha affermato Zaratti introducendo il dibattito - Oggi è possibile impostare un nuovo modello di sviluppo, grazie alle nostre politiche che indirizzano le aziende della nostra regione verso un modo diverso di fare impresa.

Per quanto riguarda lo sviluppo e la ricerca sul fotovoltaico, ad esempio, con l’istituzione del Polo solare organico siamo partiti per primi assieme al Giappone, recuperando un gap tecnologico e ora siamo all’avanguardia. Queste sono le politiche di incentivazione tecnologica che permettono alle nuove realtà imprenditoriali della Regione di operare in direzione di una maggiore ecosostenibilità. Per quanto riguarda il futuro stiamo studiando un bando dedicato ai piccoli progetti di ricerca perché vogliamo sviluppare al massimo la creatività dei ricercatori del Lazio».

 

«Per quanto riguarda il versante dell’incentivazione verso i cittadini crediamo che l’asse portante sia quello dell’efficienza energetica e, per questo motivo, abbiamo portato a Ecofest la Casa ecologica itinerante. – ha proseguito Zaratti – Oggi queste tecnologie sono mature e possono entrare a pieno titolo nelle case dei cittadini, con risparmi notevoli sia sul fronte ambientale, sia su quello economico».

 

«Sul fronte delle politiche energetiche, inoltre, è necessario un approccio differente anche su tematiche come quelle relative alla liberalizzazione. – ha concluso Zaratti – La liberalizzazione energetica deve un elemento di democrazia ed è necessario che passi attraverso le rinnovabili e la

piccola generazione distribuita che consentono di sviluppare il tessuto imprenditoriale tipico del nostro paese e del Lazio, fatto per la maggior parte di Pmi che, altrimenti,  non potrebbero accedere a piani di sviluppo energetico di grandi dimensioni, come il carbone e il nucleare».

 

L’Assessore al Bilancio della Regione Lazio Luigi Nieri è intervenuto sulle politiche di incentivazione. «Quando in Italia si pensa agli incentivi alle imprese bisognerebbe scegliere in maniera programmatica, dando degli indirizzi precisi alle aziende ed evitando incentivi a pioggia, come stiamo facendo nel Lazio dove uniamo in maniera sinergica i Fondi strutturali europei con le risorse messe a disposizione dalla Regione. Quando si parla d’ambiente non bisogna ragionare per segmenti, ma deve essere adottato un approccio a 360 gradi e il bilancio ambientale deve essere totale. La vera sfida è quella di ridurre complessivamente la pressione antropica sull’ambiente e innovazione e ricerca si devono muovere in questo solco, mettendo in campo nuove idee».

 

Successivamente è intervenuto l’Assessore all’Ambiente del Comune di Roma Fabio De Lillo. «L’Ecofest è una manifestazione molto interessante che, in collaborazione con la Regione Lazio, desideriamo implementare affinché diventi un punto di riferimento a livello internazionale con la partecipazione di espositori da ogni parte del Mondo.

Crediamo fortemente in questo progetto, che mira ad evidenziare le risorse cittadine e regionali nel settore, tanto è vero che abbiamo messo a disposizione degli organizzatori uno degli scenari più suggestivi della Città: Villa Borghese. Un aspetto a cui teniamo molto è quello relativo all’innovazione tecnologica, una delle principali vie da percorrere per contrastare il degrado ambientale»

 

La sessione seguente ha visto l’intervento di aziende, associazioni e ricercatori.

«Negli ultimi dieci anni abbiamo ridotto il consumo dei nostri prodotti del 40% e se si portasse tutto il parco frigoriferi italiano in Classe A+ si diminuirebbero i consumi del sistema Paese di 640 MW. – ha dichiarato Mauro Del Savio di Electrolux – La logica dell’industria deve essere quella di produrre oggetti a basso consumo, consumando il meno possibile e rendendoli più riciclabili possibile.»

«Il progetto dei Detersivi alla spina che stiamo mettendo in campo con l’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio prevede la riduzione dei consumi energetici e dei rifiuti attraverso il riuso dei flaconi – ha affermato Cinzia Vaccaneo, Presidente di Ecologos - Il successo dell’iniziativa è stato istantaneo poiché i cittadini li stanno utilizzano e in alcuni casi addirittura li richiedono nelle zone che al momento non sono ancora coperte. In soli due mesi si sono stati venduti oltre 15mila litri di detersivi dei quali il 40% in flaconi riutilizzati».

«Il percorso nella Regione Lazio per quanto riguarda la sostenibilità è tracciato, ciò che è necessario ora è una continuità nelle politiche di orientamento delle imprese e di sostegno all’innovazione di ricerca. – ha affermato Fabio Massimo Frattale Mascioli,docente della Sapienza, esponente del Polo per la Mobilità sostenibile della Regione Lazio -  Le politiche vincenti sono quelle che incentivano i nuovi stili di vita e non quelle esclusivamente disincentivanti e repressive, come succede nel caso della mobilità, campo nel quale oggi le tecnologie sono mature e i tempi per la diffusione di mezzi ecosotenibili sono  molto vicini».

«I cambiamenti climatici imporrano delle riduzioni dei gas serra che vanno ben oltre quelle di Kyoto, ha affermato Maria Grazie Midulla, responsabile del Programma Clima ed Energia del Wwf- Sarà necessario de-carbonizzare tutto il nostro modo di vivere, con percentuali che potranno arrivare al 2050 con riduzioni del 90%. Si tratta di una crisi che rappresenta, però, una grande opportunità per lo sviluppo di nuovi stili di vita più sostenibili e una nuova economia sostenibile».

 

Cosa è Ecofest

Promossa dall'Assessorato all'Ambiente e cooperazione tra i popoli della Regione Lazio e da Sviluppo Lazio, Ecofest ha in programma convegni, laboratori didattici, uno spazio espositivo, spettacoli e concerti. Sarà allestito un Villaggio ecologico a zero emissioni con stand che ospiteranno oltre 100 aziende del settore ambientale e biologico. Nell'Ecovillaggio saranno presentate le iniziative che già utilizzano modelli sostenibili, di consumo, di produzione, finanza e commercio, di relazioni e reti sociali; tutte le idee che possono salvaguardare l'ambiente e tutelare i diritti delle persone e dei popoli. Sarà possibile conoscere le tante realtà che stanno già realizzando, con ruoli e gradi diversi, l'efficienza nell'uso delle risorse, l'utilizzo intelligente delle fonti naturali, la riduzione delle disparità economiche e sociali.

 

Molte le novità rispetto alla passata edizione. Sarà esposta la Casa ecologica della Regione Lazio, la struttura costruita con le più innovative tecnologie per il risparmio energetico. La Casa ecologica consuma un quarto dell'energia, emette il 20 per cento in meno di anidride carbonica di una casa tradizionale e permette risparmi rispetto alle normali abitazioni per oltre 3.000 euro all'anno. Ci sarà la distribuzione gratuita di detersivi alla spina, iniziativa che l’Assessorato Ambiente regionale sta portando in tutto il Lazio e sarà regalato un buono da utilizzare in uno dei punti aperti nel Lazio.

Durante la festa sarà attivo un servizio di bike sharing. Saranno posizionate due rastrelliere all'inizio e alla fine del Villaggio ecologico che permetteranno il noleggio di biciclette. In programma anche un'esposizione di veicoli e prototipi elettrici, ibridi e all'idrogeno, con la possibilità di provare alcuni modelli di moto, macchine e biciclette. Verranno regalate 8.000 lampadine ad alta efficienza energetica. Ci saranno molti laboratori didattici per i bambini curati, tra gli altri, dall'Arpa Lazio, dal Polo solare organico della Regione Lazio, dall'Agenzia regionale dei parchi, da Legambiente Lazio. Verrà spiegato come risparmiare acqua, energia, come imparare a riciclare gli oggetti, a guardare la natura, gli uccelli, a orientarsi in città, a scoprire le meraviglie del mare e della spiaggia, ad avere una corretta alimentazione.

 

 

Ecco alcuni appuntamenti di venerdì 20 giugno:

 

Dalle 19 alle 21 suonerà la Banda della Scuola Popolare di musica di

Testaccio

 

Ore 21.30 Irene Grandi in concerto (ingresso gratuito)

 

Ecco alcuni appuntamenti di sabato 21 giugno:

 

Ore 10 "L'impresa può essere ecologica. Il mondo delle aziende

 davanti alle sfide ambientali e all'innovazione" (Globe Theatre)

 

Dalle 19 alle 21, suonerà il Circo Diatonico.

 

Ore 21.30, in collaborazione con il National Geographic, concerto dell'Orchestra di Piazza Vittorio (ingresso gratuito).

 

Inoltre nei tre giorni teatro con "I racconti di Fernando e Pulcinella", una sfilata di strada con le maschere della commedia dell'arte; mentre giocolieri, trampolieri, pagliacci e ballerine coinvolgeranno i bambini su quattro temi: raccolta differenziata, consumo sostenibile, energia pulita e rispetto dell'ambiente. Venendo incontro alle esigenze espresse nella passata edizione, nello spazio ristorante ci sarà anche un menù vegetariano, con prodotti biologici dell'Aiab (associazione italiana per l'agricoltura biologica). Per vedere il programma completo, si può visitare il sito www.ecofest.it

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...