A Rotterdam, seguendo le orme di Stoccolma, Barcellona e Valencia, domani  1 ottobre 2014 apre il Markthal, il primo grande mercato coperto in Olanda, ultime notizie agroalimentare -
Qui fare shopping è una vera e propria esperienza: sotto la sua arcata spettacolare, il mercato offre anche appartamenti, ristoranti, terrazze e possibilità di parcheggio. Novantasei  produttori vendono la propria merce al Markthal, dove ognuno dispone del proprio sistema di refrigerazione, di un magazzino e di un’area per la preparazione dei prodotti direttamente sotto la superficie del mercato, che conta anche 15 negozi di alimentari, 8 ristoranti e 1200 posti auto.

Con centinaia di visitatori al giorno provenienti dalle aree limitrofe, il Markthal è aperto sette giorni su sette fino alle 20:00, offrendo prodotti freschissimi che sono all’ordine del giorno. Si stima che questo grande mercato accoglierà dai 4,5 ai 7 milioni di visitatori all’anno, grazie alla vasta scelta di prodotti. Pane, latticini, carne e pesce, frutta e verdura, prodotti di stagione, prelibatezze, fiori e piante: ognuno potrà trovare ciò che desidera a un’ottima qualità.

Il Markthal è anche il luogo ideale per pranzi, cene o aperitivi: su ogni lato della struttura, sia al pianterreno che al primo piano, si possono trovare ristoranti, negozi di ogni genere specializzati e non, come ad esempio coffee and tee shops. Ancora in divenire è la creazione di “The World of Taste”, una scuola di cucina con lezioni e workshop che insegnano a combinare sapori e aromi utilizzando soltanto prodotti freschi sotto l’occhio attento di professionisti del gusto. Ciò che non è possibile in altre parti del mondo, diventa realtà a Rotterdam: abitare sopra il Markthal.

Nell’arcata  di 11000 m2 progettata da Arno Coenen che sovrasta e copre la superficie del mercato sono in affitto 102 appartamenti, altri 129 sono in vendita, compresi 24 attici, con una superficie che varia dagli 80 ai 300 m2, con due o cinque stanze. Ogni abitazione gode di una vista unica: da un lato si può ammirare la Mosa o la Laurenskerk, dall’altro la frizzante vita del mercato sottostante, senza alcun tipo di inquinamento acustico. Col vivace quartiere Laurenskwartier e il Meent da un lato, e il Koopgoot dall’altro, non si sarà mai sopraffatti dalla noia. Inoltre, la vicinanza di due scuole, della biblioteca, del mercato all’aperto e di altri comodi servizi, aumenta il piacere della vita quotidiana. Per scoprire tutto sul Markthal di oggi e di domani, è possibile partecipare alla Markthal Experience all’Information Centre aperto il martedì e il sabato dalle 11:00 alle 16:00.

www.markthalrotterdam.nl

Rotterdam è una delle dieci città da visitare nel 2014 secondo la lista delle Rough Guides e il New York Times, è una città giovane e dinamica con il  porto più grande d’Europa, di importanza storica e strategica mondiale. Porta d’ingresso per l’Europa all’incrocio delle più importanti vie di comunicazione ferroviaria, stradale e fluviale. Le moderne architetture, il design e la creatività che si esprime in tutto il tessuto urbano fanno della città una meta turistica di appassionati del settore oltre che di amanti dei numerosi festival ed eventi culturali che si svolgono nel calendario dell’anno. Situata più a sud della capitale L’Aia, nella provincia dell’Olanda meridionale e territorialmente è situata al di sotto del livello del mare e il punto più più inferiore di tutti i Paesi Bassi si registra proprio qui, tra le due aree a sud e a nord del fiume Nieuwe Maas.

E’ una città in ci si respira voglia di fare ed aspirazione al cambiamento, la lingua inglese viene parlata fluentemente da tutti gli abitanti e la realtà quotidiana riflette una incredibile coerenza a cui molti cittadini europei in questo momento storico  aspirano. La diga Dam costruita sull’antico fiume Rotte nel  lontano 1200, ha dato il via nei secoli ad una serie di modernizzazioni strutturali come canalizzazioni e nuove dighe, che sono ancora oggi la testimonianza di importanti passaggi  della storia olandese, tra cui la Compagnia olandese delle Indie Orientali. Da questo porto nel 1620 partirono i Padri pellegrini che attraversi l’Inghilterra approdarono in America a bordo della Mayflower.

La città ha subito il più devastante bombardamento bellico nella seconda guerra mondiale e perciò oggi si presenta nella sua veste moderna  e all’avanguardia, ma nel paesaggio urbano non mancano piccoli inserti fotografici degli edifici dei secoli passati. Su questo scenario  sorge il più grande edificio dei Paesi Bassi , una città verticale chiamata De Rotterdam accanto ad altri edifici contemporanei che creano una piccola Manhattan sulla Mosa .        All’interno ci sono uffici, bar, un ristorante e il moderno Hotel Nhow.                     

Laura Testa  

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

TV, Osvaldo Bevilacqua e Sergio Cesarini promuovono Viterbo

Osvaldo Bevilacqua, giornalista detentore dal 2015 del Guinness World Records TV per il Travel...

Bolzano, Loacker: dolce ricetta aziendale dalla squisita bontà famigliare

Sostenibilità significa avere uno stile di vita rispettoso delle risorse a disposizione, in grado...

DOBBIAMO MOLLARE? /riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Cita le infiltrazioni mafiose a Tuscania

A seguire l\'articolo scritto 15 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

VITERBO: A PIEDI DAL QUARTIERE RESPOGLIO ALLA QUERCIA ATTRAVERSANDO LO STORICO PERGOLATO

Attualmente a Viterbo il quartiere Respoglio è collegato a La...

Domenica 3 dicembre gratis a Palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante

Un’occasione da non perdere per visitare Villa Lante il meraviglioso parco con i suoi giardini...

Tuscia, a Viterbo prende forma la prima Comunità Energetica locale

È stata costituita a Viterbo, su iniziativa di un gruppo di cittadini, la Comunità Energetica...

Mega-antenna vicina alla storica Basilica della Quercia a Viterbo

Uno scempio contro il paesaggio di Viterbo e i suoi pregevoli monumenti, e un rischio per la...