"Il 5 novembre la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, in contemporanea con tutti i sindacati di categoria europei, organizza una giornata straordinaria di dimostrazione e di riflessione che giunge quest’anno alla sua 2^ edizione.

Temi conduttori saranno: la protezione delle fonti dei giornalisti, l’affermazione della loro autonomia ed il contratto di lavoro”.

 

Su osservatoriosullalegalita.org, leggo la notizia che il 5 novembre sarà la loro Giornata di mobilitazione e rivendicazione. Andando avanti leggerete il resto del comunicato.

Ma chiedo: chi siamo noi? Autori, lettori, non iscritti all’Ordine e Grado, scrittori irrefrenabili, passatori di carte e denunce su cronaca local - nazionale ed internazionale, passaparola: chi siamo noi? Corpi stesi da questa Disinformazione, sonnambuli della Rete, sollecitatrici e sobillatori dell’unanime scontento, passatempo dei Troll, dei Virus Infiltrati, scocciatori, fannulloni del tasto…? Chi siamo noi e quale contratto non abbiamo mai pattuito o siamo solo ostinati e nullafecenti della Comunicazione, della domanda senza risposta, del Dissenso da eliminare? Fatecelo sapere, Redazioni e Governo e ci metteremo tutte e tutti in piedi, in nome dell’articolo 21, quello sulla libertà d’espressione, salvo il caso che ciò che scriviamo, non venga censurato-eliminato dalla stampa stessa per motivi di interesse nazionale e sicurezza nazionale. Fatecelo sapere, con comodo, anche dopo l’ennesima Giornata…, per noi spam, ahimè, uguale a mille altre, distesi e sopraffatti dalle Vostre notizie e in archivio la Costituzione, con tutti gli articoli, incluso il 21. Poi ci metteremo in piedi, nel rispetto della Libertà d’espressione.

 

Doriana Goracci

 

 

 

“In particolar modo in Italia l’iniziativa è molto sentita ed attesa giacché nei confronti del giornalismo italiano si stanno moltiplicando pericolose iniziative volte a ridurre l’autonomia della professione attraverso nuove norme, come il disegno di legge Alfano che prevede anche il carcere per i giornalisti, contro la pubblicazione di informazioni di importante interesse per l’opinione pubblica che siano rilevate da atti di indagini giudiziarie. Su questi temi, e contro i palesi tentativi di ridurre lo spazio costituzionalmente riconosciuto dell’attività giornalistica, la Federazione nazionale della stampa italiana e l’Unione dei cronisti italiani hanno già avviato in queste settimane oltre venti dimostrazioni pubbliche, con distribuzione di volantini e materiale informativo, nelle più importanti città d’Italia alle quali hanno partecipato centinaia e centinaia di giornalisti, coinvolgendo migliaia e migliaia di cittadini. Il 5 novembre prossimo una manifestazione nazionale si svolgerà dentro e fuori il cinema Capranichetta a Roma dalle 10 alle 13. Successivamente i giornalisti si dirigeranno in corteo davanti a Palazzo Monte Citorio indossando magliette bianche con slogan come “No alle notizie sotto chiave”, “No alla censura, no ai bavagli” e i loghi della Fnsi e della iniziativa Stand up for journalism. Gli stessi simboli saranno riprodotti anche su centinaia di bandiere, mentre i colleghi dell’Unione cronisti porteranno striscioni e cappellini colorati sui quali campeggeranno le scritte: “Liberi di informare”, “Liberi di sapere”, “Stampa libera””.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

VITERBO: CAMMINANDO DAL RESPOGLIO ALLA QUERCIA UTILIZZANDO LO STORICO PERGOLATO

Attualmente a Viterbo il quartiere Respoglio è collegato a La...

Domenica 2 giugno gratis a Palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante

Un’occasione da non perdere per visitare Villa Lante il meraviglioso parco con i suoi giardini...

DMO Expo Tuscia press tour a Viterbo, Montefiascone e Bolsena

Continuano a pieno ritmo le attività della DMO Expo Tuscia. Dopo gli appuntamenti al TTG/Rimini...

San Pellegrino in Fiore, eventi a Viterbo Sotterranea

San Pellegrino in Fiore, domenica a Viterbo SotterraneaDomenica in programma visite guidate alla...

TV, Osvaldo Bevilacqua e Sergio Cesarini promuovono Viterbo

Osvaldo Bevilacqua, giornalista detentore dal 2015 del Guinness World Records TV per il Travel...

Bolzano, Loacker: dolce ricetta aziendale dalla squisita bontà famigliare

Sostenibilità significa avere uno stile di vita rispettoso delle risorse a disposizione, in grado...

DOBBIAMO MOLLARE? /riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Cita le infiltrazioni mafiose a Tuscania

A seguire l\'articolo scritto 15 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...