Ora va di moda il decisionismo, il "fare".

Alla gente piace. Piace Brunetta, il ministro che vende fumo e pensa a far rigare dritti i dipendenti pubblici ( perché  non pensa seriamente a togliere i privilegi economici, previdenziali e sociali della sua casta?); piace la Gelmini che ha deciso di tornare a 30 anni fa.

Questa moda imperversa anche nel centrosinistra e così, dalle Alpi all’Etna, dal Tirreno all’Adriatico, c’è la corsa a chi decide di più.

Ma non sono mai decisioni ponderate, valutate e soppesate dopo attente analisi di costi e benefici, sono decisioni propagandistiche : “CHI È PIÙ BRAVO DI ME?” si sente sussurrare lungo tutta la penisola.

Anche nel nostro piccolo non scherziamo. Abbiamo cominciato con la riconversione a carbone della centrale termoelettrica di Civitavecchia, e adesso picchiamo giù sodo con la realizzazione dell’autostrada Civitavecchia-Livorno. Per dare il senso del livello di decisionismo, abbiamo avuto la convocazione contemporanea dei consigli comunali di Tarquinia e Montalto di Castro, neanche si trattasse di un evento eccezionale. Invece si è trattato, ancora una volta, del cedimento degli interessi locali agli interessi economici di gruppi ben determinati.

Nessuno nega che il tratto dell’Aurelia, tra Civitavecchia e Livorno non risponda da tempo alle esigenze del traffico moderno; è evidente a tutti che in alcune parti è purtroppo pericoloso. Per questi motivi si era sempre chiesto a gran voce l’ammodernamento dell’Aurelia, la sistemazione della stessa in autostrada e non si voleva assolutamente la costruzione di un nuovo tracciato che avrebbe mangiato terreno fertile e produttivo all’agricoltura.

La memoria corta dei decisionisti, poi, rasenta il ridicolo quando  si riporta come una grande conquista l’abbandono del tracciato a monte.

Per la verità, lo ricordo agli smemorati, il primo tracciato della SAT era proprio a valle, tra l’attuale Aurelia e la strada litoranea. Contro questa proposta si levarono associazioni di coltivatori, commercianti, cittadini che si espressero in democratiche manifestazioni di protesta.

Oggi si vende questa ipotesi come la soluzione di tutti i problemi e le amministrazioni esprimono i loro pareri su tracciati di massima. Tracciati di massima! Senza calcolare l’impatto del cemento, degli svincoli, dei piani da rialzare...

Certo, è più facile dire sempre sì, è più propagandistico il decisionismo, ma ricordo con rimpianto quando nella sinistra insistevamo sulla necessità di un nuovo modello di sviluppo, che coniugasse economia e ambiente; ricordo ancora Berlinguer dichiarare che era necessario introdurre elementi di socialismo (non il socialismo, ma elementi di socialismo) per avere una società più giusta.

Io non sono per il no a tutti i costi, ma per l’autonomia e la democrazia nelle scelte.

Certe omologazioni tra centrosinistra e centrodestra stridono troppo!

Forse proprio pensando alla futura autostrada gli Etruschi decisero di costruire la loro città, Tarkna, sulla collina, lontani dal cemento e dal traffico.

 


dal blog di Emanuela Fanelli

http://www.emanuelafanelli.splinder.com/

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...