Ultime news - UnoNotizie.it - Coldiretti Viterbo mantiene alta l'attenzione sull’escalation dei danni, degli incidenti e delle aggressioni che continua ad essere causata dai cinghiali,  dopo il recente incidente che purtroppo ha visto coinvolte anche vittime umane.L'incontrollata proliferazione degli animali selvatici in Italia infatti,  quest’anno, ha probabilmente superato il milione, con una diffusione che ormai si estende dalle campagne alle città. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare il drammatico incidente causato dallo schianto fatale tra un'auto e un cinghiale dell’aquilano dove ha perso la vita un 39enne. Negli ultimi dieci anni -sottolinea la Coldiretti- il numero dei cinghiali presenti in Italia è praticamente raddoppiato poiché, secondo l’Ispra, sul territorio nazionale sarebbero stati presenti non meno di 600mila cinghiali nel 2005 per passare a 900mila nel 2010 ed ora nel 2015 sono oltre il milione secondo le stime della Coldiretti. La sicurezza nelle aree rurali e periurbane - denuncia la Coldiretti - è in pericolo per il proliferare di animali selvatici come i cinghiali che stanno invadendo campi coltivati, centri abitati e strade dove rappresentano un grave pericolo per le cose e le persone.

Gli animali selvatici che distruggono i raccolti agricoli, sterminano gli animali allevati, causano incidenti stradali per un totale di danni stimato in quasi 100 milioni di euro nell’ultimo anno, senza contare i casi in cui ci sono state purtroppo anche vittime. Non è quindi piu' solo una questione di risarcimenti ma è diventato - precisa la Coldiretti - un fatto di sicurezza delle persone e della vita nelle campagne ma anche nelle aree periferiche delle città. Per chi opera nelle aree montane e svantaggiate è a rischio la possibilità di poter proseguire l'attività agricola ma anche di circolare sulle strade o nelle vicinanze dei centri abitati. Di fronte al moltiplicarsi dei danni provocati da cinghiali ma anche nutrie, corvi ed altri animali selvatici gli agricoltori della Coldiretti chiedono una riforma della disciplina che garantisca l’indispensabile presenza delle aziende agricole a tutela del territorio.

E’ stato anche elaborato dalla Coldiretti un documento di base, sul quale si è avviato un proficuo confronto con Legambiente, che costituisce una prima proposta da approfondire e che rappresenta l’avvio di un comune percorso di lavoro per arrivare ad una più efficace e ampia analisi degli interventi finalizzati ad organizzare forme di programmazione di lungo periodo.“Siamo fiduciosi nella sinergia che si è venuta a creare con Legambiente, sperando che ci porti a trovare una soluzione più rapida per il problema della fauna selvatica” ha dichiarato il Presidente di Coldiretti Viterbo Mauro Pacifici. “Ormai il problema urge una definitiva conclusione, che non porti ulteriori danni ad agricoltori e esseri umani” ha infine aggiunto il Direttore della Federazione della Tuscia Ermanno Mazzetti.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...