Le promesse di Enel – proprio come le bugie – hanno le gambe corte. E i cittadini di un territorio occupato sono nuovamente ingannati.
Che le operazioni di svuotamento delle navi carboniere e di trasferimento del carbone sarebbero avvenute in totale sicurezza (nastri trasportatori completamente chiusi e stoccaggio nei carbonili “dome” altrettanto sigillati) era fino a ieri una delle affermazioni di propaganda alle quali Enel affidava la propria credibilità, nell’ambito della falsa tecnologia del “carbone pulito”. La notizia di ieri – arrivo della prima carboniera e suo scarico attraverso tramorge, gru e camion – smentisce puntualmente anche quella minimale promessa.
Come volevasi dimostrare. Ad Enel la salute dei cittadini non interessa più di tanto, abituata com’è a contare sulla compiacenza di governanti che appaiono, come direbbe Berlusconi, “appecoronati”.
Soltanto un Sindaco che non fosse pesantemente “obbligato” nei confronti di Enel potrebbe fermare questo ennesimo schiaffo ai patti conclusi. Avrà la forza di farlo il sindaco Gianni Moscherini?
Quanto al Governatore del Lazio, ricordiamo bene l’impegno da lui dichiarato nella triste “inaugurazione” della contestata centrale il 30 luglio scorso: Marrazzo giurò che non avrebbe fatto sconti a nessuno, in tema di tutela della salute dei cittadini del nostro comprensorio. Pensiamo alludesse ad Enel, ovviamente. Non vorremmo scoprire, al contrario, che in questa circostanza, volgendo lo sguardo dall’altra parte, egli finga di non vedere, non ricordare e realizzi di fatto un primo forte “sconto” su una grave infrazione dei patti da parte di Enel…

I Verdi di Civitavecchia

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...