Ultime news - UnoNotizie.it - Wind sceglie di puntare sempre più sul digitale. L'amministratore delegato Maximo Ibarra, al recente convegno di Capri, non a caso, aveva ricordato che “ le nuove tecnologie stanno cambiando i modelli operativi e di business delle aziende ed in particolare la relazione con i clienti”. Ai tradizionali servizi di call center ed alla distribuzione fisica dei punti vendita, Wind affianca nuove soluzioni  di gestione ed acquisizione della clientela che privilegiano il digitale. Luciano Sale, direttore HR di Wind, conferma stamani al Sole di aver “ individuato, d’intesa con le organizzazioni sindacali, un nuovo modello che ha garantito la salvaguardia dei posti di lavoro, la riduzione dei costi e, contemporaneamente, anche l’aumento della produttività”.

E’ l’insourcing la parola chiave, cioè riportare all’interno della filiera produttiva aziendale alcune di quelle attività finora affidate a partner esterni. “Abbiamo puntato sullo sviluppo del digitale, spiega Sale,  individuando, tra le attività gestite dai principali fornitori, quelle con contenuto professionale elevato e con significativo profilo dei costi.  L’accordo che abbiamo raggiunto con i sindacati, continua il manager di Wind, ha previsto che queste attività fossero riportate 'in house' attraverso un processo di riqualificazione delle risorse interne coerente con il cambio di ruolo ed i nuovi compiti assegnati all'insegna della formazione, training on the job e reskilling.

Oltre 600 colleghi, aggiunge Sale,  sono stati coinvolti nei processi formativi e molti di loro hanno già iniziato, o inizieranno a breve, a svolgere altre attività,  come supervisor di rete e di piattaforme IT, legate alla ‘rivoluzione digitale’ in atto. Un nuovo modello che  innova i tradizionali canali di interlocuzione con i clienti, basati sulle classiche attività del customer care o sulle funzioni commerciali dei punti vendita. Decisivo in questo modello operativo, chiarisce il Direttore HR di Wind, il ruolo svolto dalle organizzazioni sindacali. Possiamo affermare per questa ragione, conclude Luciano Sale, che l’accordo raggiunto è  una sorta di benchmark per la nostra industry e siamo convinti che potrà ispirare nuove soluzioni anche in altri contesti produttivi”.


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...