“Ma che acqua beviamo?” Questo è lo slogan della campagna controllo sicurezza acqua potabile dei cittadini viterbesi. L’ADUC, l’associazione nazionale per i diritti dei consumatori,  e Accademia Kronos hanno incaricato due laboratori di analisi ambientali certificati e un gruppo di idrogeologi di Roma per avviare una attenta analisi delle acque del lago di Vico e di quelle che giungono nelle case.
Da un primo sommario controllo sono emerse situazioni  allarmanti a causa della presenza di sostanze chimiche in eccesso nelle acque del lago di Vico, tra queste fosfati e nitrati, risultate de intense attività agricole. Certamente sono state analisi senza alcun valore legale, ma pur sempre capaci di allarmare i cittadini. Tra nove giorni saranno i risultati degli accurati prelievi effettuati ieri da chimici e biologi sul lago a dare le risposte esatte con valore legale.
Il vero problema secondo gli esperti di Accademia Kronos non è solo l’Arsenico, di per sé pericoloso per la salute umana, ma comunque esistente per la geologia della zona indipendentemente dall’opera antropica, ma la presenza di metalli pesanti ed elementi chimici provenienti dall’uso di fitofarmaci e concimi chimici usati e quasi sempre abusati nelle zone vicine  al lago.
Da un indagine presso i vari consorzi agrari che forniscono fertilizzanti , diserbanti e pesticidi agli agricoltori viterbesi, si è appreso che gran parte di questi signori non rispetta neppure le precauzioni suggerite dalle case produttrici, ma che per una distorta filosofia, usa abbondare nella loro irrorazione, soprattutto nei noccioleti, oltre ogni limite consentito.
Sta di fatto che nelle acque di Vico si è sviluppata un alga rossa che nei periodi di infiorescenza, a dicembre e ad aprile, può creare seri problemi alla salute umana. Quest’alga alimentata da fosfati e prodotti azotati, classici dei fertilizzanti chimici, ha trovato il suo habitat ideale, mentre le alghe verdi endemiche capaci di fornire ossigeno al lago sono state spazzate via dai vari prodotti chimici usati per diserbare. Il problema ora è che il lago di Vico si avvia verso una inesorabile fase di eutrofizzazione(mancanza di ossigeno). Questo fatto preoccupa i pescatori professionisti del lago di Vico che temono una improvvisa e drammatica moria di pesci proprio per la mancanza di ossigeno nelle acque del lago.
Accademia Kronos e l’ADUC hanno stipulato un accordo con  due grandi laboratori di analisi ambientali per consentire ai cittadini del viterbese di sapere
che acqua esce dai loro rubinetti e cosa bevono o prelevano dai loro pozzi. Analisi rigidamente scientifiche e di valore legale garantite da seri professionisti.
In attesa dei risultati ufficiali dei due laboratori, chiunque volesse prenotarsi per far effettuare analisi delle acque potrà telefonare alla sede di Accademia Kronos di Ronciglione attrezzata per la raccolta di campioni per analisi delle acque.

Si può telefonare tutte le mattine ad esclusione del sabato ai seguenti numeri:  0761.093080, 0761.093098, 0761.223480.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...