Ultime news - UnoNotizie.it - Roma non parteciperà alla corsa per le Olimpiadi del 2024: lo ha ufficialmente annunciato la sindaca Virginia Raggi in una conferenza stampa convocata in Campidoglio. Decisione, ha sottolineato la prima cittadina, che dovrà essere ratificata dalla più alta sede collegiale: “Sarà l'Assemblea capitolina, organo sovrano, a esprimere una posizione”. Ultima parola all’Assemblea, dunque: se questa recepirà la scelta compiuta, si procederà al ritiro della candidatura.

Le ragioni del no, spiegate dalla Sindaca: l’intento è fare “dello sport parte integrante della vita dei cittadini”, puntare a “una qualità della vita migliore” e dunque a “ripristinare gli impianti”, uscendo “dalle logiche emergenziali e dei grandi eventi che portano grandi debiti”. Il progetto dell’amministrazione, per Raggi, è “più ambizioso: riqualificare i servizi e restituire ai romani una città all'altezza delle più grandi capitali europee”. E per questo “non servono altre cattedrali nel deserto”, “pretesto per ulteriori colate di cemento” e causa di “investimenti che poi i romani dovrebbero pagare per anni e anni”.

 “La città”, ha sottolineato Raggi, “non può continuare a investire i soldi dei cittadini in progetti lontani dalle esigenze dei cittadini”. “Un miliardo di euro nella gestione commissariale”, ha ricordato, “è il debito degli espropri per le Olimpiadi del 1960: tutti i romani e gli italiani lo stanno ancora pagando”.

 La Sindaca ha ricordato precedenti storici lontani e vicini, partendo dal 2012, quando il premier Monti affermò che l’Italia non poteva permettersi le Olimpiadi. Di recente, poi, altre candidature eccellenti per il 2024 sono saltate: la alcaldesa di Madrid, Ana Botella, ha ritirato la candidatura della capitale spagnola. Boston ha fatto un passo indietro, con il sindaco Martin Walsh che ha dichiarato di non voler “mettere a rischio i soldi dei contribuenti”, incalzato dai comitati per il no e dalla memoria di Londra 2012 (da 2,4 miliardi di sterline previsti a una spesa effettiva di quasi 9). Ad Amburgo i cittadini, sentiti tramite referendum a fine novembre 2015, hanno bocciato la candidatura col 52% dei voti. La città si è così ritirata, come Monaco di Baviera – dopo analoga consultazione – dalla corsa per le Olimpiadi invernali del 2022.

“Anche Boston, Amburgo e Madrid hanno fatto le stesse nostre valutazioni”, ha quindi detto la Sindaca. “In quanto sindaco di Roma”, ha concluso, “la mia valutazione è che queste Olimpiadi non siano sostenibili ma portino solo ulteriori debiti”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...