Ultime news - Unonotizie.it - “La riforma della macchina amministrativa è uno dei primi passi da compiere per garantire un’organizzazione di Roma Capitale più efficace, in grado di offrire ai cittadini servizi efficienti e di qualità”. Esordisce così la sindaca Virginia Raggi preannunciando “un’operazione di riordino delle strutture capitoline che valorizzerà merito, trasparenza, produttività, producendo innovazione e risparmi”.

 

“E’ pronta”, annuncia la Sindaca, “e a breve approderà in Giunta per l’approvazione, la modifica della macrostruttura per l’allineamento della stessa alle deleghe assessorili”. A capo di Dipartimenti, uffici centrali e Municipi andranno “dirigenti che saranno individuati, come previsto dalla legge e nel rispetto del Piano triennale di prevenzione della corruzione, mediante la procedura dell’ 'interpello': per la prima volta il merito prevarrà sulle vecchie logiche spartitorie”. Ogni dirigente potrà proporsi per ricoprire gli incarichi e sarà scelto “in base al proprio curriculum e alle proprie motivazioni”. Obiettivo, “individuare la migliore professionalità disponibile per ciascuna posizione dirigenziale da ricoprire”.

 

Novità radicali anche per le “posizioni organizzative” (ruolo intermedio tra dirigenza e quadri): stanno per andare al vaglio della Giunta nuove regole per l’attribuzione degli incarichi; regole che privilegeranno “i titoli dei candidati – tutti dipendenti capitolini – e non più la selezione basata sulla mera discrezionalità dei dirigenti”.

 

Questione salario accessorio: la Sindaca parla di “doverosa e particolare attenzione” nei riguardi della “questione irrisolta del conguaglio da liquidare ai 23.000 dipendenti di Roma Capitale”. C’è “la decisa intenzione di individuare una soluzione che consenta di superare i motivi che hanno portato al blocco dei pagamenti”, per cui è stato avviato un dialogo ad hoc con il Consiglio dei Ministri, “riconoscendo che i lavoratori non hanno responsabilità in merito alla vicenda e che non possono scontare colpe non proprie”.

 

Piatto forte, infine, la riforma partecipata degli uffici: “Attraverso la competente commissione capitolina”, preannuncia Raggi, “sarà avviato un lavoro che vedrà la partecipazione dei sindacati e dei lavoratori, finalizzato alla reingegnerizzazione dei processi amministrativi e alla riorganizzazione della macchina per renderla più snella, rapida, economica ed efficiente”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...