Ultime news - Unonotizie.it - In provincia di Ascoli Piceno continua lo stato di emergenza per i vigili del fuoco. Dopo il terremoto e la neve, ora la principale criticità sono le frane causate proprio dallo scioglimento della neve e dalle abbondanti piogge cadute negli ultimi giorni. Le squadre sono impegnate principalmente nel capoluogo piceno, dove si sono verificati due smottamenti. Un movimento franoso si è staccato da un costone che sovrasta la SS4 Salaria in una zona dove già qualche anno fa, pietrame e terra avevano ostruito completamente la strada consolare, rimasta chiusa per qualche mese.

Tra il 10 e l’11 febbraio, per 400 metri dopo il chilometro 186 + 100, si è registrato uno smottamento che ha consigliato, a scopo precauzionale, di chiudere nuovamente quel tratto di strada. Dopo il sopralluogo della notte, nella mattinata di sabato 11 febbraio, è stata fatta una nuova verifica congiunta Vigili del fuoco e Anas ed è stato deciso di mantenere la chiusura della strada per permettere accertamenti geologici più approfonditi e la manutenzione dei canali di scolo delle acque.

Venerdì 10, una frana ha tenuto in apprensione gli abitanti di via Mameli, sempre ad Ascoli, dove ha ripreso a muoversi un fronte di terra di circa 50 metri. Dopo il sopralluogo dei Vigili del fuoco, i tecnici del Comune hanno deciso di evacuare, in via precauzionale, due palazzine in cui abitano 12 famiglie. Altri smottamenti si sono registrati anche in frazione Colonnata e nel territorio di Arquata del  Tronto. Vista la situazione, prosegue il monitoraggio costante da parte dei Vigili del fuoco, coordinati dal comandante provinciale Malizia.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...