Ultime news - Unonotizie.it - Il meteo insospettatamente freddo non gela il turismo nel primo ponte di primavera. Per il prossimo 25 aprile si prevedono circa 8 milioni di presenze, di cui 5 milioni in strutture ricettive ufficiali e 3 milioni in altre strutture ricettive, come locazioni turistiche e case di proprietà. In totale, si produrranno consumi turistici per oltre 740 milioni di euro.

Le stime arrivano da un’indagine condotta per Assoturismo Confesercenti dal Centro Studi Turistici presso un campione di 1.763 imprese ricettive.

Complessivamente, le presenze dovrebbero registrare una lieve crescita sullo scorso anno (+1,7%). A trainare sono gli stranieri (+2,3%) mentre il flusso degli italiani è stimato in aumento al +1,2%.Le stime sono positive sia per le strutture alberghiere (+1,5%) sia per quelle complementari (+1,9%); tra gli alberghi, bene i 4-5 stelle, mentre risultano più incerte le previsioni per gli 1-2 e 3 stelle. I risultati indicano tendenze positive per i prodotti turistici lago, terme, mare e città d’arte; stabile il prodotto di altro interesse, mentre risultano negative la montagna e la collina.

La tendenza positiva della domanda turistica è attesa sia nelle regioni del Nord Italia – soprattutto il nord est – sia in quelle del Sud e nelle Isole; al contrario nel Centro Italia, dove si scontano ancora gli effetti del terremoto, è previsto un calo di circa mezzo punto percentuale. I dati dell’indagine campionaria presso le strutture ricettive sono confermati dalla analisi della disponibilità di camere sui vari portali web.  Infatti, in base al monitoraggio del CST la saturazione dell’Offerta Ricettiva Nazionale Disponibile Online per il ponte del 25 aprile (dal 22 al 25 aprile 2017 – 4 notti) dovrebbe attestarsi a circa il 67% (2 punti in aumento rispetto alla rilevazione del 2016), con punte più elevate per le città d’arte, località balneari, lacuali e termali.  Diverse le città in cui, al 21 aprile, sono state prenotate il 90% o più delle camere rese disponibili sul web: in testa alla classifica c’è Matera, che registra un tasso di saturazione del 94%. Seguono Trieste (93%), Napoli (92%), Torino e Genova (entrambe al 90%). Tra le regioni, invece, la più ‘prenotata’ è la Liguria (82%), che si piazza davanti a Basilicata (79%) e Toscana (78%).

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Altare prima del trono: a Sovana nacque Papa Gregorio VII

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Viterbo, visite guidate Tuscia. Cosa vedere a “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alpi, estate terapeutica, montagna e acqua nella Val di Sole

Le vacanze dei prossimi mesi estivi saranno caratterizzate dalla voglia di recuperare il contatto...

TUSCIA: CIVITA DI BAGNOREGIO CANDIDATA UNESCO

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...

Fiumicino miglior aeroporto d'Europa nel 2019

L’aeroporto di Fiumicino si è visto attribuire dall’Airports Council International il premio...