Il Sindaco di Gela,  Rosario Crocetta che vive sotto scorta,  noto per le sue battaglie contro la mafia, ha iniziato un’altra battaglia a fianco dei Consiglieri Comunali e dei cittadini del suo comune. In questi giorni sta predisponendo una corposa richiesta  all'Eni  per il risarcimento dei danni ambientali che l’inquinamento dello stabilimento petrolchimico ha creato al territorio.  In base agli studi del Cnr, del ministero della Salute e dell'Universita' ''La Sapienza'' di Roma, Crocetta ha  evidenziato che: ''C'e' l’ inquinamento che si vede, come ad esempio il fumo delle ciminiere, e c'e' l'inquinamento che non si vede, che va ad insinuarsi nelle viscere della terra. Questo inquinamento che non si vede  impregna l'insalata, si annida nella frutta e penetra nell'organismo umano''.  Il Sindaco ha denunciato anche la  presenza di mercurio nel latte materno di alcune donne che abitano nel territorio inquinato. Il Sindaco chiede  piu' incisivi interventi di bonifica del suolo e del sottosuolo e l'apertura a Gela di un osservatorio permanente del Cnr.

Il consiglio comunale  ha intimato all'Eni di non usare piu' il pet-coke come combustibile per produrre energia elettrica, perche' troppo inquinante,  e crea gravi danni alla salute ed all’economia del comune e del comprensorio.  Il Sindaco, con il sostegno dei Consiglieri Comunali e dei cittadini sta approntando un programma sul territorio denominato con la sigla ''5R'' per ottenere ''Riconversione, Risanamento, Recupero, Ristoro e Risarcimento''.

Invece il programma approntato nel territorio della maremma è quello di a tutto “SI”, la nuova sigla dei Sindaci Industriali. E così si creano danni irreparabili che vengono perpretati non solo alla salute, ma a centinaia e centinaia di famiglie ed aziende che vivono con i prodotti della terra.

 

 

Comitato per la Difesa della Maremma Laziale e Toscana

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...