Ultime news - Unonotizie.it - Alle 21.45 di venerdì 13 gennaio 2012 la nave da crociera Costa Concordia urtò gli scogli de Le Scole davanti all'isola del Giglio (Grosseto). L'impatto fortissimo provocò una falla di circa 70 metri sul lato sinistro dello scafo. La nave si inclinò a Punta Gabbianara, su due blocchi di granito che le evitarono di precipitare a 100 metri sott'acqua.

A bordo della nave da crociera, salpata da Civitavecchia per Savona, c'erano 3.216 passeggeri e 1.013 membri dell'equipaggio. Tra loro persero la vita 32 persone, 157 furono i feriti. Nei sei anni passati da quella tragica sera l'allora comandante della Concordia, Francesco Schettino, è stato condannato in via definitiva e da otto mesi è in carcere, nel nuovo complesso del penitenziario di Rebibbia a Roma. Il 12 maggio scorso la Cassazione gli ha confermato 16 anni di carcere, Schettino il giorno stesso del verdetto si è costituito.

La Concordia invece, con un'operazione mai tentata prima al mondo e durata tre anni, è stata prima 'ruotata', sollevata, rimessa in asse e trasferita al porto di Genova: il relitto, in 22 mesi, è stato demolito e i suoi materiali recuperati all'80%.

Intanto tra due giorni gli abitanti dell'isola dell'Arcipelago toscano torneranno a commemorare la tragedia che li vide primi nel prestare i soccorsi ai naufraghi. Come accade dal 2013. Sabato 13 gennaio nella chiesa dei Santi Lorenzo e Mamiliano si terranno la messa di suffragio. Poi la posa di una corona di fiori in mare in memoria delle 32 vittime a cui seguirà la fiaccolata. Sull'isola, per la commemorazione, è atteso anche il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

TV, Osvaldo Bevilacqua e Sergio Cesarini promuovono Viterbo

Osvaldo Bevilacqua, giornalista detentore dal 2015 del Guinness World Records TV per il Travel...

Bolzano, Loacker: dolce ricetta aziendale dalla squisita bontà famigliare

Sostenibilità significa avere uno stile di vita rispettoso delle risorse a disposizione, in grado...

DOBBIAMO MOLLARE? /riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Cita le infiltrazioni mafiose a Tuscania

A seguire l\'articolo scritto 15 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

VITERBO: A PIEDI DAL QUARTIERE RESPOGLIO ALLA QUERCIA ATTRAVERSANDO LO STORICO PERGOLATO

Attualmente a Viterbo il quartiere Respoglio è collegato a La...

Domenica 3 dicembre gratis a Palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante

Un’occasione da non perdere per visitare Villa Lante il meraviglioso parco con i suoi giardini...

Tuscia, a Viterbo prende forma la prima Comunità Energetica locale

È stata costituita a Viterbo, su iniziativa di un gruppo di cittadini, la Comunità Energetica...

Mega-antenna vicina alla storica Basilica della Quercia a Viterbo

Uno scempio contro il paesaggio di Viterbo e i suoi pregevoli monumenti, e un rischio per la...