Più volte le Associazioni ambientalistiche ed i Cittadini hanno denunciato: a) la forte e prevista accelerazione del degrado che sta subendo il Comprensorio che costringe a subire conseguenze gravi in particolare in termini ambientali, sociali ed economici; b) come tante altre volte, risulta chiaro da tutti i rapporti che la situazione ambientale in riferimento agli inquinamenti sta determinando livelli di incidenza di malattie (morbosità) e mortalità al limite della strage colposa; c) E’ ormai chiarissimo che l’inerzia con cui si affrontano i problemi legati alla ricerca di nessi di causalità tra fattori ambientali e malattie sta determinando una situazione di ribellione istituzionale se non si provvederà ad una svolta radicale.

L’OMS ed Agenda 21 nelle varie relazioni hanno reso noto che la preoccupazione non riguarda solo la previsione di eccessi di mortalità e morbosità legati al cambiamento climatico in futuro ma soprattutto gli effetti già tangibili. A lungo termine tutto questo graverà soprattutto sui bambini e sulle future generazioni. In Italia la probabilità di sviluppare un tumore fra 0 e 74 anni è di  1 caso ogni 3 nei maschi e di  1 caso ogni 4 nelle donne ed è in aumento l’incidenza di diverse forme tumorali correlate all’ambiente come i mesoteliomi, il linfoma non Hodgkin, il cancro alla tiroide, ai testicoli, al cervello. In generale in Italia cresce la percentuale di pazienti cronici che rappresentano il 36,6% con punte del 40,1% nel centro Italia, tant’è che l’OMS parla di “Emergenza cronicità”, riferendosi a malattie che spesso originano in età giovanile e richiedono poi anche decenni per manifestarsi clinicamente. I fattori  di rischio per queste malattie sono in gran parte correlabili all’ambiente in maniera diretta (inquinanti presenti in tutte le matrici ambientali come gli interferenti endocrini che provocano tumori ormono-dipendenti, le polveri sottili, gli Nox, Idrocarburi aromatici e policiclici, metalli pesanti, etc.).

E sempre maggiori sono le evidenze di associazioni tra esposizioni ambientali alla nascita (o prima) e l’insorgenza di malattie neurologiche, respiratorie e di cancro.

Alla luce del contesto appena delineato, dal quale emerge in modo evidente la complessità delle relazioni tra ambiente e salute, sembra comunque chiaro come il diritto ad un ambiente salubre debba essere assunto tra le priorità delle scelte politiche. Nelle locali Amministrazioni non c’è alcuna attenzione sugli indicatori ambientali ai quali conferire centralità e rilevanza.

La prevenzione primaria é il fulcro della ricerca sui tumori, perché essa è diretta a ridurre i fattori inquinanti che possono causare l’insorgenza di tumori (istituzione Registro tumori!).

Quindi prevenzione primaria = riduzione all’esposizione della popolazione agli agenti oncogeni.

La notizia (solo dopo una settimana e, quindi, scientificamente non attendibile) che i livelli di Radon in alcune abitazioni non sarebbero elevati, non farebbe altro che confermare i sospetti più che quarantennali che le sostanze inquinanti e cancerogene, nel nostro Comprensorio, sono altre e sono proprio quelle che nessuno ha avuto né coraggio né buon senso di monitorare. L’attenzione dei Cittadini, con questa sommaria campagna di monitoraggio limitato del radon, non ha fatto altro che distogliere la Cittadinanza dalla vera emergenza ambientale provocata dalla massiccia e spesso incontrollata presenza di industrie! Deve valere per i Cittadini il rispetto del principio di precauzione, di fronte ad un rischio di danno.

La popolazione va protetta dagli inquinanti ambientali anche se non si avessero prove incontrovertibili di nocività.

 

Dr. Giuseppe Falliti

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...