In occasione delle festività natalizie, i laboratori di educazione ambientale dell’assessorato all’Ambiente della Provincia, rivolgendosi alle scuole materne, elementari e medie di tutta la Tuscia viterbese hanno promosso l’iniziativa “Un verde Natale”.

Un’attività che ha visto la distribuzione di piante di abete nelle scuole, che hanno avuto la possibilità di richiederle per la propria sede e per gli eventuali plessi , garantendo la successiva messa a dimora degli abeti in un adeguato spazio esterno.

“L’iniziativa – dice l’assessore all’Ambiente, Tolmino Piazzai - è stata accolta con molto entusiasmo dalle scuole, che hanno risposto inviando numerose richieste: sono infatti state distribuite ben oltre 200 piante di abete, pronte per essere addobbate dagli alunni”.

L’assessorato con questo gesto non ha voluto soltanto fare un piccolo dono, ma l’iniziativa ha voluto essere un ulteriore occasione di discussione e di dialogo  volto  alla sensibilizzazione  sulla riduzione della CO2.

“Contrariamente ai pregiudizi – continua Piazzai - la scelta dell'albero naturale è vincente per salvaguardare il territorio, ridurre l'inquinamento ambientale e contrastare i cambiamenti climatici. L'albero vero proviene infatti essenzialmente da coltivazioni dedicate, spesso situate in zone collinari o montane altrimenti destinate all'abbandono e al conseguente degrado idrogeologico. Una azione di difesa del territorio alla quale si aggiunge l'attività di assorbimento dell'anidride carbonica responsabile dei cambiamenti climatici svolta durante l'accrescimento dalle coltivazioni naturali mentre, le piante di plastica consumano petrolio per la loro realizzazione e impiegano oltre 200 anni prima di degradarsi nell'ambiente”.

Grazie agli alberi di Natale è possibile mantenere la coltivazione in molte aree di montagna, si tiene il terreno lavorato, morbido, e capace di assorbire la pioggia in profondità prima di respingerla verso valle evitando i pericoli delle frane, mentre la pulizia dai rovi e dalle sterpaglie, diminuisce il pericolo d'incendi.

“Ancora una volta – conclude Piazzai - l’assessorato all’Ambiente ha voluto sensibilizzare e informare la popolazione sul fatto che anche la partecipazione e il rispetto verso un antica  tradizione può essere fatta seguendo delle giuste ed etiche scelte comportamentali di doveroso riguardo anche e soprattutto nei confronti dell’ambiente”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...