Il convegno organizzato dall’Assessore Claudio Taglia, dall’Università e dalla Regione su “Gestione sostenibile del patrimonio idrotermale di Viterbo. Ricerca scientifica e Istituzioni a confronto” si è concluso con la volontà espressa dai partecipanti di continuare a interagire nell’ottica di uno sviluppo sostenibile che possa soddisfare le esigenze di tutti gli interlocutori in campo.

La presenza degli imprenditori locali e il loro plauso a una simile iniziativa ha rappresentato un elemento di notevole peso, che dimostra quanto grande fosse l’esigenza di un tavolo congiunto di lavoro sul termalismo.

Durante la mattinata, la sessione scientifica, moderata dal Vice Sindaco Marcello Meroi, si è avvalsa del contributo di ricercatori dell’Università della Tuscia, che hanno presentato i dati dello studio sullo stato di salute del bacino idrotermale di Viterbo che, si presume, verrà  portato a termine nel giro di sei mesi. Finora, tali dati testimoniano di uno stato di salute relativamente buono delle risorse termali, elemento che incoraggia l’imprenditoria locale e le istituzioni, le quali hanno dichiarato di voler delineare un piano di sviluppo sulla base di elementi oggettivi.

La sessione scientifica ha potuto contare anche sul contributo di rappresentanti della Regione Lazio ,che  hanno delineato il quadro normativo che regola la politica termale e di un esperto del Policlinico Umberto I, che ha ribadito l’importanza del termalismo da un punto di vista sanitario, come terapia che lungi dal costituire un’alternativa a quella tradizionale, ne rappresenta il completamento, soprattutto in termini di prevenzione.

Nel pomeriggio, l’intervento degli assessori dei maggiori comuni termali d’Italia ha fornito dei validi termini di paragone per quello che a Viterbo si profila come uno sviluppo ancora tutto da costruire. In particolare, l’esperienza di Fiuggi ha dimostrato come l’amministrazione pubblica debba garantire una supervisione e un indirizzo in termini di sviluppo, senza però poter prescindere dall’apporto dei privati il cui ruolo negli investimenti e nella gestione del patrimonio idrotermale è imprescindibile.

Da più parti, è stato applaudito il percorso intrapreso dal Comune di Viterbo e dalla Regione volto a rilanciare le ex Terme INPS, non più attive da anni. Un obiettivo, questo, che l’Assessore Taglia intende perseguire nel rispetto delle realtà imprenditoriali già presenti sul territorio, ma con uno sguardo rivolto alle potenzialità produttive che tale progetto racchiude.

Di notevole interesse, è stato infine l’intervento dell’On. Silvano Moffa, che fa parte del gruppo parlamentare “Amici del Termalismo”. L’onorevole ha affermato con convinzione che il settore del termalismo è aperto a uno sviluppo incredibile, ma solo se ci sarà una crescita della cultura imprenditoriale e se si opererà in un’ottica di collaborazione. Da questo punto di vista, Moffa ha elogiato i progressi compiuti dall’ANCOT (Associazione dei Comune Termali alla quale Viterbo ha aderito nel luglio scorso) negli ultimi anni, sollecitando, però, un ulteriore sforzo verso l’integrazione e il consolidamento di quel tavolo di lavoro interministeriale  che l’ANCOT ha contribuito a instaurare.

Il convegno si è chiuso con i ringraziamenti dell’Assessore Taglia a tutti i partecipanti e, in particolare, a tutte quelle associazioni che, sul territorio di Viterbo, contribuiscono quotidianamente e su base volontaria alla tutela del patrimonio termale. “Un patrimonio - ha dichiarato Taglia - al cui sviluppo intendo dare il mio concreto contributo, consapevole però che questo è solo il primo passo verso un cammino che voglio sia il risultato di una cooperazione fra le parti, un lavoro sistemico e non univoco, un lavoro di squadra che nasce dal territorio e nel territorio si sviluppa”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...