Qual è l'efficacia delle bonifiche realizzate nell'area di Scarlino e quali gli interventi futuri? Sono queste le domande che il consigliere di Maggioranza Leonardo Savelli, eletto nelle file di Rifondazione comunista, pone al presidente Scheggi e all'assessore Farnetani a proposito dell'allarme inquinamento da arsenico.

Denunciando la parzialità dei lavori di bonifica da arsenico, conclusi a Scarlino sul sito San Martino nell'ottobre del 2006, Savelli porta all'attenzione del Consiglio provinciale una serie di problematiche: "è stato omesso di programmare, contestualmente alla bonifica del sito - si legge nell'interrogazione - anche la bonifica delle falde idriche e dei terreni esterni al perimetro della proprietà del sito, anche la bonifica delle falde idriche e dei terreni esterni al perimetro della proprietà del sito".

Savelli individua la stessa parzialità nei lavori di bonifica anche per il sito denominato "Scarlino Energia Gr 9000-1", il cui progetto definitivo per la messa in sicurezza dell'area è stato approvato di recente dall'Amministrazione provinciale.

Secondo Leonardo Savelli, quindi, la Provincia di Grosseto dovrebbe mettere a disposizione del Consiglio i dati raccolti da Enti pubblici e di controllo relativi a: le quantità delle acque di falda prelevate per ciascun anno dai pozzi della barriera idraulica realizzata sul sito San Martino e su quello Scarlino Energia e inviate all'apposito impianto di depurazione; i dati analitici relativi alla depurazione effettuata negli impianti di trattamento delle acque di falda provenienti dalla barriera idraulica di San Martino che da quella di Scarlino Energia; i dati sulle quantità annue di metalli tossici e le relative destinazioni aziendali in impianti autorizzati, individuati per lo smaltimento finale dalle società proprietarie, responsabili del funzionamento degli impianti di messa in sicurezza d'emergenza e dell'impianto di depurazione.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...