Finalmente dopo anni di solitudine Piazza del Comune a Viterbo è stata rianimata da una moltitudine di persone, e ciò è stato possibile grazie al successo del Mercatino di prodotti tipici regionali unito al Mercatino del libro e del collezionismo.

 

Sabato e domenica appena trascorsi hanno destato l’interesse dei Viterbesi e non solo, due giornate intense di contatti, rapporti, amicizie, miste alla cultura e al buon gusto. Erano presenti, infatti, bancarelle con libri nuovi e vecchi, libri economici, libri rari, libri di interesse locale. Non mancavano stampe, cartoline, monete, orologi, quadri, segnalibri, francobolli, insomma c’era di tutto.

 

Ma sono stati assai impegnati i banchi dei prodotti tipici, proprio grazie agli alimenti, a volte poco noti, che grazie agli assaggi, offerti dai rivenditori, hanno ampliato la conoscenza gastronomica, dei numerosi presenti.

 

Erano esposti prodotti della Sardegna, della Puglia, della Sicilia, della nostra Maremma, e poi tanto miele delle laboriose api. Miele dai mille colori, tutti esposti nei trasparenti vasetti, garantiti dal venditore-produttore.

 

Ha fatto visita allo stand dei Siciliani, il prefetto di Viterbo, Alessandro Giacchetti, accompagnato dalla simpatica signora e dal figlio. Il Prefetto, originario di Licata, ha scambiato coi suoi conterranei simpatiche batture, con la promessa che avrebbe riempito di ricotta uno dei famosi cannoli siciliani.

 

Un saluto agli espositori, con tanto di visita agli stand, l’hanno fatta il sindaco di Viterbo, Giulio Marini e l’assessore Giovanni Arena, i quali si sono intrattenuti con i simpatici ambulanti, i quali hanno fatto a gara per proporre gli assaggini dei prodotti più rinomati, e né sindaco, né assessore si sono fatti pregare, proprio perché dinanzi alla soddisfazione del palato, pochi potrebbero resistere.

 

Entusiasta anche l’assessore al commercio del Comune di Viterbo, Paolo Muroni, forte sostenitore della manifestazione, che in essa vede rivalorizzare la “piazza”, ossia il luogo naturale di incontro tra la gente, proponendo un connubio infallibile: cultura e prodotti alimentari.

 

Importante la presenza dei banchi di libri e collezionismo, tutti in fila sotto lo splendido porticato del Palazzo dei Priori, tra essi importanti e rare opere del Regime fascista, volumi di storia, fisica, militaria, giardinaggio e quadri della famiglia viterbese Papini, ed a proposito di arte ha fatto visita al mercato anche il maestro Alessio Paternesi.

 

Per l’occasione sono stati girati più video della manifestazione con interviste ai protagonisti, visibili sul giornale on line www.viterbotv.it.

 

Il prossimo appuntamento è per il 7 e 8 Febbraio e, così per tutto l’anno, ogni secondo sabato e domenica, dalla mattina alla sera inoltrata.

 

Per informazioni: 3382129568.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...