RONCIGLIONE VITERBO - ( UNONOTIZIE.IT ) Si è svolto martedì 20 gennaio 2009 a Ronciglione, coordinato e presieduto dalla dottoressa Antonella Litta, l’incontro promosso dall’Associazione Italiana medici per l’ambiente (International Society of Doctors for the Environment – Italia) sulle problematiche generali dell’ecosistema del lago di Vico in relazione alla potabilità e salubrità delle sue acque. 

 Una straordinaria partecipazione popolare L’incontro scientifico ha visto un uditorio composto da tantissimi cittadini di Ronciglione, Caprarola e di altri comuni della provincia di Viterbo, uditorio che ha seguito con grande attenzione e partecipazione tutte le relazioni scientifiche che hanno mostrato le complesse criticità sofferte dal lago, le particolari caratteristiche delle sue acque dovute anche alla sua origine vulcanica che le rendono ricche di arsenico, i fattori che ne alterano la qualità dovuti a inidonee pratiche agricole e impropri usi civici, e come tutto ciò determini danno e minaccia all’intero ecosistema. 

 Le relazioni scientifiche sulla situazione del lago Relatori al convegno scientifico sulla specifica situazione lacuale sono stati la dottoressa Milena Bruno dell’Istituto Superiore di Sanità; il professor Giuseppe Capelli e il professor Roberto Mazza del dipartimento di Scienze Geologiche dell’Università degli Studi “Roma Tre”; il professor Giuseppe Nascetti, ordinario di Ecologia dell’Università della Tuscia; la dottoressa Elisabetta Preziosi, ricercatrice dell’Istituto di Ricerca sulle Acque (Irsa-Cnr). I relatori hanno illustrato le ricerche, gli studi scientifici sullo stato attuale e pregresso del lago di Vico, fauna e flora compresi, e indicato concrete soluzioni d’intervento per il pieno recupero del suo ecosistema consistenti nel monitoraggio continuo dello stato delle acque, della flora e della fauna, il corretto ed appropriato uso dei potabilizzatori degli acquedotti comunali che devono essere dotati di filtri adatti ai diversi e possibili inquinanti, come l’arsenico e la tossina prodotta dell’alga rossa, e le più corrette pratiche agricole che prevedano la riduzione sostanziale dell’uso di fertilizzanti e fitofarmaci. I relatori hanno evidenziato l’urgenza di dare subito seguito a queste indicazioni in modo da portare in breve termine al risanamento dell’ecosistema del lago come già avvenuto in situazioni analoghe per altri laghi italiani.

La relazione del dottor Mauro Mocci Il dottor Mauro Mocci, del Coordinamento dell’Alto Lazio dell’Isde, ha presentato una interessante relazione sugli altri fattori d’inquinamento ambientale che gravano sul nostro territorio richiamando soprattutto l’attenzione sulla presenza del più grande polo energetico d'Europa, quello costituito dalle centrali di Civitavecchia e Montalto di Castro, e come, se il progetto di riconversione a carbone della centrale di Torvaldaliga Nord a Civitavecchia dovesse realizzarsi, questo costituirebbe un ulteriore ed enorme danno per l’ambiente e la salute delle persone anche nella nostra provincia.

Gli interventi del dottor Luciano Sordini e del professor Osvaldo Ercoli Hanno partecipato all’incontro e portato il proprio saluto anche il dottor Luciano Sordini, segretario provinciale della F.I.M.M.G.(Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale); e il professor Osvaldo Ercoli, prestigiosa figura di riferimento dell’impegno per la tutela dell’ambiente nell'Alto Lazio.

Il saluto delle istituzioni e delle associazioni In rappresentanza delle istituzioni hanno portato il relativo salut il vicesindaco del Comune di Caprarola Arcangelo Giorgi; il presidente del Consiglio comunale di Ronciglione Domenico Bigi; l’ingegner Flaminia Tosini per l'Assessorato all'ambiente della Provincia di Viterbo; il direttore della Riserva naturale del lago di Vico Felice Simmi. Il sindaco di Ronciglione, non potendo essere presente, ha inviato un messaggio di saluto. All’incontro sono intervenuti anche i rappresentati delle associazioni ecologiste Italia Nostra, Accademia Kronos, ADUC, AICS e Legambiente. 

 Un impegno per il futuro L’incontro si è concluso con l’impegno per una più forte collaborazione tra mondo scientifico, istituzioni e società civile per avviare un immediato risanamento del lago di Vico e conseguentemente una maggiore tutela della salute delle persone. 

 Associazione Italiana medici per l’ambiente (International Society of Doctors for the Environment – Italia) sezione di Viterbo 

 Per comunicazioni: Dottoressa Antonella Litta, referente per Viterbo dell’Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde (International Society of Doctors for the Environment-Italia) recapito postale: via Monte Amiata snc, 01037 Ronciglione (VT) e-mail: isde.viterbo@libero.it sito www.coipiediperterra.org (dalla home page cliccare su "Isde di Viterbo")

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...