ACQUAPENDENTE - VITERBO - (UNONOTIZIE.IT) - Il Gruppo consiliare del Pdl  di Acquapendente ha depositato la richiesta presso il Segretario Comunale, per un Consiglio Comunale Straordinario aperto, sulla questione dell’ impianto a Biomasse in località Campo Morino. Sono moltissimi i cittadini che ci stanno sostenendo per avere chiarezza sulla delicata quanto controversa questione pertinente la richiesta di autorizzazione protocollata in Provincia di Viterbo in data 24/12/08, per la costruzione di un impianto a biomasse (nella definizione di impianto e sottointesa la presenza dell’inceneritore)  ad opera della ditta bresciana WTE.

L’Amministrazione aquesiana sugli sviluppi della vicenda  si sta arrampicando sugli specchi, infatti l’Assessore Provinciale all’Ambiente di Viterbo, Piazzai, ha replicato che né la Provincia di Viterbo né il Comune di Acquapedente erano stati preventivamente informati dalla ditta WTA sul progetto e sulle caratteristiche dello stesso. L’Assessore all’Ambiente del Comune di Acquapendente, Speroni, ha dichiarato la sua totale contrarietà al progetto. Ora, sia noi come Gruppo Consiliare del Pdl, sia tutta la cittadinanza aquesiana gridiamo in coro: “MA  CI VOLETE FAR CREDERE CHE UNA DITTA VENUTA DA BRESCIA, CHE ACQUISTA UN LOTTO PER CENTINAIA DI MIGLIAIA DI EURO IN LOCALITA’ CAMPO MORINO, PER POI CHIEDERE  PERMESSI IN PROVINCIA FINALIZZATI ALLA COSTRUZIONE DI UN  IMPIANTO A BIOMASSE, ABBIA FATTO TUTTO QUESTO SENZA UNA MINIMA PREVENTIVA ASSICURAZIONE IN MERITO DA PARTE DELLE ISTITUZIONI LOCALI?”

La risposta è scontata, e vorremmo invitare la Giunta comunale ha non prendere in giro i cittadini. L’Amministrazione ha dichiarato di essere venuta a conoscenza da parte della ditta WTE, della richiesta  di autorizzazione in Provincia (protocollata 24/12/ 08), solo il 13/01/2009. I cittadini aquesiani sanno benissimo che le ditte che operano in questo settore neanche si muovono se non sanno di avere le spalle coperte prima di operare il minimo investimento e di richiedere la minima autorizzazione. Ammesso e non concesso che il triumvirato: Piazzai, Speroni, Bambini, non sapesse niente dell’impianto a biomasse, i cittadini si domandano “CHI”  abbia dato rassicurazioni in merito alla ditta in questione, per comprare il lotto e per richiedere permessi in Provincia. Per chiarire questi dubbi, che riteniamo sostanziali, chiediamo come Gruppo Consiliare del Pdl, che venga indetto ad Acquapendente un Consiglio Comunale Straordinario aperto al pubblico.

Vorremmo infine replicare all’Assessore all’Ambiente: Speroni, riguardo ai presunti successi della raccolta differenziata. Attualmente, raggiunta quota 60% di differenziata,  la città è sporchissima e le campagne sono piene d’immondizia, invece prima con il 40% di differenziata  e i cassonetti indifferenziati lasciati a  disposizione in punti strategici, Acquapendente era tra le città più pulite della provincia di Viterbo.

 

Gruppo Consiliare Fi-Pdl Acquapendente

 

Maria Dolores Rappoli

Giuseppe Buzzico

Giuseppe Casali

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Il libro di Antonello Durante per capire il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...