ROMA - (UNONOTIZIE.IT) - La delibera approvava la cementificazione di un'area pregiata del territorio del XV Municipio, collocata tra via delle Vigne e via Fosso della Magliana, attigua alla Riserva Naturale “Tenuta dei Massimi”.

Il progetto prevedeva la realizzazione di un miniquartiere residenziale: duecentomila metri cubi di vergogna che quella amministrazione, con la complicità di maggioranza ed opposizione, ha lasciato in dote alle future generazioni!

I Verdi, con ostinazione, chiesero ed ottennero dalla Regione l’assoggettamento di quel progetto alle procedure di Valutazione di Impatto Ambientale, gesto che suscitò il risentimento della società costruttrice, dai cui legali ricevetti personalmente il brusco invito a smetterla di insistere con azioni di contrasto!

 

Apprendiamo, con sollievo, che la Commissione Ambiente della Regione ha approvato un’altra delle proposte avanzate in passato dai Verdi: l’integrazione alla Riserva “Tenuta dei Massimi” dell’area dell’Infernaccio, già destinata ad accogliere, in 15 ettari, uno dei più grandi e devastanti impianti di rottamazione di autoveicoli d’Europa.

 

Siamo grati alle istituzioni per la sensibilità dimostrata nei confronti delle popolazioni locali di Muratella e Collina Alitalia, le cui rappresentanze segnalavano da tempo il peso di scelte oramai inconciliabili con il mutato assetto urbanistico di quelle zone.

 

Restiamo, viceversa, delusi per la vicenda dell’Ambito di Trasformazione Ordinaria n° 72 di via delle Vigne, per il cui stralcio non ci risulta essersi battuto neppure il Municipio in sede di audizione presso la Commissione regionale.

 

Una vicenda sconcertante, che getta nuove ombre sugli interessi edilizi che legano parti delle istituzioni locali e che sono irresponsabilmente sostenuti dalla maggioranza al governo municipale.

 

Ora la Delibera sulla perimetrazione della Riserva Naturale “Tenuta dei Massimi” approderà in Aula: lanciamo, pertanto, un appello ai consiglieri regionali, affinché in quella sede trovino il coraggio di emendare il testo, ampliando i confini della Riserva per includervi anche l’area pregiata adiacente via delle Vigne.

 

Giuseppe Teodoro

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Il libro di Antonello Durante ci spiega il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

TUSCIA, FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

REPORT, RAI3, Lunedì alle 21:20. Noccioleti, fitofarmaci e aumento dei tumori

Nella zona del viterbese tra Nepi e il lago di Vico il 90 per cento del patrimonio arboreo è...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...