VITERBO - (UNONOTIZIE.IT) - Sarebbe stato utile intervenire nel merito delle scelte dell’amministrazione  comunale per la nuova toponomastica stradale, e farlo per tempo, al fine di  consentire un partecipato ed ampio confronto pubblico.
Spesso queste scelte provocano aspre controversie e, sovente, sono state  viste e vissute come il tentativo di consolidare strategie culturali e  ideologiche di parte. In fondo la storia si può reinterpretare anche in questo modo.
Non di meno sono da considerare momenti importanti, situazioni nelle quali la  comunità si ritrova unita – per dirla alla Obama si diventa un unico corpo  sociale – e sancisce e consacra figure che hanno contribuito ad aprire varchi  nelle nebbie della ragione e della conoscenza.


Figure nelle quali ci si dovrebbe riconoscere, anche nella scelta dei  paradigmi educativi da proporre alle nuove generazioni.
Per questo non ci è sembrata inopportuna la intitolazione a Jan Palach di una  strada nella nostra città. Ma questo anche e soprattutto perché – e forse  contrariamente a quanto era nelle intenzioni di chi ha voluto presentare questa  proposta – Palach rappresenta quella Primavera di Praga che poi la invasione  sovietica represse nel sangue.
Ma occorre anche ricordare che quel tentativo di riforma fu avviato e diretto  da comunisti, quelli che cercavano una “terza strada”e che per questo furono  lasciati soli dai governi occidentali, quindi sia dai partiti di destra che da quelli di sinistra; e che loro furono poi le vittime  principali della repressione. Per questo si preferisce parlare del suo funerale  piuttosto che della sua vita, come sottolinea Luciana Castellina.


Importante quindi questo riconoscimento, anche se usato strumentalmente.
Ma oltre questo, scorrendo tra i nomi delle personalità indicate dalla giunta  comunale per una strada o una piazza, ve ne sono alcuni che meriterebbero una  riflessione ulteriore.
Fra gli altri quello di Fabrizio Quattrocchi. Morto in Iraq e innalzato al  ruolo di eroe per quella frase (“ora vi faccio vedere come muore un  italiano”).
Quattrocchi è stato per questo anche insignito di una medaglia d’oro dal  Presidente Ciampi, sull’onda di una emotività  popolare che è stata forte a tal  punto da far dimenticare i motivi per i quali era in Iraq. Motivi, volutamente, mai chiariti del tutto.
Ma non per giudicare la sua morte mi soffermo ora sul suo nome. Questa ci ha  colpiti tutti perché la violenza non può che indignare e chi la subisce merita  la nostra completa ed umana solidarietà.
Tuttavia non dovremmo tralasciare il messaggio che la loro vita ci trasmette  e che la loro scomparsa ha reso evidente e concreto. Qual’é questo messaggio?
Ed è immanente – in questa scelta e in altre - la volontà dell’ amministrazione comunale di avallare una visione culturale della vita, forte e ardita, in cui la violenza ha una legittimazione intrinseca, che viene  sublimata ed onorata dalla morte e da questa, praticamente, riscattata.
Ma fino a che punto questo può essere un messaggio edificante ed educativo?
Non dovremmo mai dimenticare – come comunità - le prerogative educative non formali che ci sono attribuite. Le nostre scelte orientano gli ideali dei giovani e dobbiamo esserne  pienamente consapevoli.

 

 

                                                          

Umberto Cinalli

(Verdi per la Pace di Viterbo)

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...