ASCOLI PICENO (UnoNotizie.it) - Anche il Piceno ha il suo Sistema turistico locale. La Regione Marche ha fatto un altro significativo passo avanti per completare l’organizzazione dell’offerta turistica regionale riconoscendo formalmente, dopo quelli di “Pesaro Urbino Turismo”, “Marca Fermana” e “Ancona Turismo” anche  il Sistema turistico locale “Piceno”.  Il nuovo ente comprende la maggior parte dei Comuni della provincia di Ascoli Piceno, le associazioni di categoria e i soggetti privati che operano all’interno della filiera turistica.

 

         “Il punto qualificante e innovativo della politica turistica regionale – sottolinea l’assessore al Turismo Vittoriano Solazzi -  è la volontà di commercializzare un prodotto turistico, superando i confini del tradizionale ambito amministrativo.  Si privilegia quindi, in linea con le richieste di un’utenza sempre più alla ricerca di un’offerta poliedrica,  l’individuazione di un territorio turisticamente omogeneo e ampio piuttosto che singole destinazioni o ambiti geografici circoscritti”. Si afferma in sintesi la logica del “distretto turistico” come bacino integrato di offerta in grado di attrarre flussi turistici, anche di nicchia, dai mercati nazionali ed esteri.

 

         “I Sistemi costituiscono il banco di prova – aggiunge l’assessore - per attuare strategie innovative in grado di richiamare un mercato sempre più selettivo e competitivo. Fondamentale in questo contesto è creare sinergie tra soggetti pubblici e privati, coinvolgendo le imprese turistiche in una logica di “sistema” in grado di sviluppare l’offerta turistica locale nei suoi variegati segmenti. Occorre puntare ad un sistema “compiuto” in cui le imprese sono protagoniste, insieme agli Enti locali, della politica turistica di accoglienza delineando strategie ed obiettivi di valorizzazione del proprio territorio, nell’ambito della programmazione regionale. Stiamo parlando di un modello organizzativo – conclude Solazzi – che, superando le esperienze passate, punta a creare vere e proprie reti economiche moderne, snelle e funzionali: una sfida difficile ma che può essere vinta con la determinazione e la consapevolezza di tutti i soggetti della filiera”.

 

         Da parte sua l’assessore con delega al Piceno  Sandro Donati,  evidenzia come il Sistema Turistico della  Provincia di Ascoli Piceno “valorizzando in modo integrato le risorse turistiche e connotando l’attività di accoglienza con rilevanti elementi di identità culturale, integrità territoriale e competitività economica, rappresenti una ulteriore opportunità di sviluppo del territorio”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Benvenuti al Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

CIVITA DI BAGNOREGIO BELLEZZA MONDIALE

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Altare prima del trono: nacque a Sovana Gregorio VII, Papa che cambiò la storia

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...