ROMA (UnoNotizie.it) - E' stato consegnato all’Ambasciata degli Stati Uniti il premio Un Bosco per Kyoto 2009 per il Presidente Barack Obama.

Questo è un premio che ogni anno viene consegnato a personalità scientifiche, politiche e artistiche che hanno dimostrato un particolare impegno nella riduzione dei gas serra e nel risparmio energetico attraverso studi, applicazioni e opere di sensibilizzazione pubblica. Lo scorso anno il premio andò al Cancelliere tedesco Angela Merkel per la sua politica di risparmio energetico e di limitazione dei gas serra.

 

Per il 2009 la commissione di Accademia Kronos, addetta all’assegnazione del riconoscimento internazionale “Un Bosco per Kyoto”, aveva riconosciuti meritevoli il presidente francese Sarkozy e il neo Presidente USA Barack Obama. Il primo perché aveva dichiarato di voler abbattere le emissioni di gas serra nel suo Paese del 40% entro il 2010 e il secondo perché aveva da subito programmato di avviare una politica di rispetto ambientale e di risparmio energetico, nonché di aderire al protocollo di Kyoto.

 

Mentre il primo aveva incaricato del ritiro l’ambasciatore di Francia in Italia, il giorno della manifestazione a Roma presso il Campidoglio, il 13 di gennaio scorso, il secondo, appena insediato e preso da mille impegni, non aveva potuto dare quest’incarico alla sua ambasciata a Roma. Agli organizzatori di Accademia Kronos ciò era sembrato un rifiuto del Presidente USA a ricevere il riconoscimento e invece, dopo quasi un mese dalla cerimonia del Campidoglio, inaspettata, è arrivata l’autorizzazione all’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma di prendere in consegna il premio”Un Bosco per Kyoto”.

 

A ritirare il premio per conto del Presidente Barack Obama è giunta così in Italia una scienziata, Jean Preston, responsabile dello staff della Casa Bianca sull’ambiente e l’energia. Oltre alla scultura, realizzata da due artiste di Viterbo, alle figlie di Obama sono stati donati decine di piccoli animaletti realizzati con un nuovo tessuto ricavato da piante selvatiche che crescono spontaneamente e in grande abbondanza in tutta l’Asia.

 

Questi tessuti vengono lavorati da sempre dalle popolazioni della Mongolia in maniera non impattante con l’ambiente naturale. La successiva raffinazione e l’impiego di questo tessuto, denominato “meme 01”, è affidata ad una azienda torinese che a sua volta utilizza, come materiale di riempimento, palline prodotte dal riciclo dalle bottiglie di plastica.

In quella occasione Accademia Kronos ha invitato 10 giovani ricercatori e studiosi statunitensi a trascorrere un periodo di vacanze-studio in Italia. 

(nella foto, da sinistra a destra: il prof. Giulio Signorelli, il presidente di Accademia Kronos, la scienziata Jean Preston e Gabriele La Malfa responsabile dei rapporti internazionali di Accademia Kronos)

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...