TERNI (UNONOTIZIE.IT)

“L’accordo italo-francese sul nucleare è un atto unilaterale del Presidente del Consiglio che possa sopra la testa degli italiani e del Parlamento”. Lo afferma Roberto Forbicioni (Sd) in una nota nella quale si dichiara contrario all’intesa Berlusconi-Sarkozy sulla costruzione di centrali nucleari sul suolo nazionale. “E’ una decisione – aggiunge Forbicioni – che non rispetta il volere dei cittadini che si erano già espressi con il noto referendum dell’87 bocciando il nucleare in Italia.

In questo modo si elude la volontà popolare e non si mette in grado nemmeno il Parlamento di pronunciarsi”. Forbicioni ricorda poi di aver presentato nell’ultima seduta del Consiglio provinciale una mozione firmata anche da Giuseppe Ricci (Sd), Bruno Capalti (Prc), Danilo Buconi (Sin. Unit.), Gabriella Tassi e Roberto Montagnoli (Pd) nella quale si chiede un impegno della Provincia “affinché resti valido il referendum del 1987 e si adotti un piano energetico nazionale basato sulle fonti rinnovabili e sul risparmio energetico, sviluppando politiche di autosufficienza diffusa sul territorio e traslando questi principi anche al piano energetico regionale”.

Nella mozione i proponenti ricordano poi che “la percentuale di energia nucleare nel mondo ammonta soltanto al 6,4% del totale delle energie e sconta ancora un tasso di incidenti considerevole. Molte regioni dopo l’87 hanno fatto ricorso ad energie non nucleari incentrate sul risparmio e sulle fonti rinnovabili e non sarebbe facile oggi individuare siti con le sufficienti garanzie di sicurezza e lontananza dai centri abitati, tenendo conto che le centrali nucleari emettono anche CO2 e gas serra che alterano il clima e costituiscono un pericolo per l’uomo e l’ambiente”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Il libro di Antonello Durante per capire il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...