ACQUAPENDENTE - VITERBO (UnoNotizie.it)

Il gruppo Comb con il bozzetto di Rita Pepparulli ha vinto l’edizione 2009 dei Pugnaloni di Acquapendente. “Opera di grande impatto emotivo capace di suscitare forti emozioni ed una coinvolgente partecipazione. Ottima l’impostazione cromatica, gli accostamenti dei colori, la tecnica e la resa compositiva. Di notevole efficacia l’inserimento del volto che trasmette sentimenti contrastanti di dolore e serenità”. Questa è la motivazione con cui la giuria, riunitasi ieri mattina 17 maggio per valutare le opere dei 14 gruppi in gara, ha decretato vincitore il gruppo Comb.

I componenti della commissione esaminatrice erano: Mino Lorusso, giornalista Rai; Gaetano Vari, docente di storia dell’arte e pittore; Sergio D’Uffizi, autore della fotografia cinematografica, al suo attivo 117 film di cui 16 con Alberto Sordi; Luciano Lepri, giornalista critico d’arte; Beatrice Pulcinelli, storica dell’arte, membro europeo per il restauro, pittrice. Il giudizio della giuria nei confronti dei Pugnaloni è stato “positivo per tutte le opere in concorso, per la capacità tecnica e compositiva”. Questa la classifica finale: 1° Comb, 2° Centro, 3° Costa S. Pietro, 4° Rugarella, 5° Prima Equipe Via del Fiore, 6° Sas.

Anche quest’anno la festa dei Pugnaloni ha riscosso un enorme successo, grazie anche al bel tempo che ha caratterizzato la giornata di ieri, dando la possibilità ad aquesiani e turisti di ammirare i Pugnaloni dislocati all’interno del centro storico. Buona riuscita anche per la quarta edizione della Notte Bianca di sabato 16 maggio, con i visitatori che hanno girato per i laboratori per ammirare i gruppi al lavoro fino a tardi.
Molteplici i soggetti istituzionali ed i privati cittadini che hanno contribuito ancora una volta a migliorare una manifestazione che da anni caratterizza la città di Acquapendente, e che è diventata ormai l’appuntamento fisso della terza domenica di maggio.

Si ringrazia la Pro Loco di Acquapendente per l’eccellente organizzazione della festa; gli operai del Comune che hanno lavorato per montare le gradinate in Piazza, e sono stati a disposizione il sabato e la domenica per intervenire ed aiutare in ogni momento; la Protezione Civile che ha affiancato il lavoro della Polizia Municipale per la gestione del traffico fuori e dentro il paese e tutte le forze dell’ordine impegnate nell’assicurare un corretto svolgimento della festa; i 14 gruppi dei Pugnaloni e tutta la popolazione aquesiana che hanno contribuito all’ottima riuscita della festa; bar, ristoranti e negozi che, con aperture straordinarie, hanno accolto cittadini e turisti.
Durante la cerimonia di premiazione è stato estratto il Signore di Mezzo Maggio per il 2010: Massimo Nardini di Previo San Rocco.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

PALAZZO E VILLA FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE, VISITE GUIDATE ED INFO

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...