ROMA(UnoNotizie.it) Per le imprese italiane, secondo le ultime notizie, l’alto costo del denaro non è un fenomeno legato soltanto alla crisi.
Secondo una rilevazione dell’Ufficio studi di Confartigianato, anche nel lungo periodo, addirittura da gennaio 2006, i tassi medi applicati dalle banche italiane sui prestiti alle imprese sono più elevati rispetto alla media dell'area Euro.

L’Ufficio studi di Confartigianato ha preso a riferimento i tassi relativi ai prestiti alle società non finanziarie applicati alle consistenze in essere  (pubblicati sul Bollettino mensile della Banca Centrale Europea) ed ha calcolato il tasso medio ponderato con lo stock di prestiti per le diverse scadenze.
Risultato: tra gennaio 2006 e marzo 2009 i maggiori oneri finanziari pagati dal sistema delle imprese italiane rispetto ai competitor europei ammontano a 7.084 milioni di euro, pari ad un maggior onere di 2.180 milioni all'anno.

Secondo questa analisi, anche a marzo 2009 il tasso medio pagato dalle imprese italiane supera di 11 punti base (0,11%) il tasso medio pagato dalle imprese nell’area Euro. Questo divario si accentua, arrivando a 42 punti base (0,42%), per i prestiti fino ad 1 anno.
“Questa differenza nei tassi praticati sui prestiti alle imprese – sottolinea il segretario di Confartigianato imprese di Viterbo Andrea De Simone – è un indicatore dell’ancora troppo scarsa concorrenzialità del sistema bancario italiano. Proprio in questa difficile congiuntura, anche le banche dovrebbero trovare il coraggio di osare di più, come i nostri piccoli imprenditori sanno di dover comunque fare, contando soltanto sulle proprie forze per reagire alla crisi”.

Confartigianato aveva già rilevato che gli imprenditori italiani pagano un conto molto salato per la crisi del credito: è infatti di 13.837 milioni l’anno l’onere finanziario per le aziende derivante dal mancato adeguamento ai tassi di riferimento BCE dei tassi di mercato applicati dalle banche.

 


 


- Uno notizie ultime notizie economia -

 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? / ultimo articolo su Tarquinia Città dell'On. Luigi Daga. Scrive anche di mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

PALAZZO E VILLA FARNESE DI CAPRAROLA, COSA VEDERE, VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...