Presso la Cittadella della salute è operativo il Centro di medicina del viaggiatore

 

Le vacanze estive si avvicinano, per alcuni sono già iniziate. Nonostante la congiuntura economica non proprio positiva, ogni anno le persone che si recano all’estero sono sempre più numerose. Ovviamente non si tratta solamente di turisti, ma anche di chi si sposta per lavoro o per missioni umanitarie, o per altro ancora.

 

Questo flusso di viaggiatori ha determinato l’incremento e, talvolta, la ricomparsa di patologie infettive d’importazione. Si pensi solo alla malaria o alle malattie a trasmissione sessuale. All’aumento dei viaggi internazionali non è però corrisposta una pari crescita culturale del cittadino che, spesso, affronta il viaggio senza una adeguata informazione e preparazione. Sono ancora molti, infatti, coloro che partono senza neppure porsi il problema di eventuali rischi per la salute. Di conseguenza assumono sempre maggiore importanza i problemi sanitari che possono interessare i viaggiatori.

 

Da qui la necessità di fornire informazioni corrette, complete e il più possibile personalizzate sulla base delle caratteristiche del viaggio, del periodo di permanenza, della stagione, dello stato di salute del turista. E’ proprio per rispondere a tutte queste esigenze che, presso la Cittadella della salute di via Enrico Fermi, è stato istituito il Centro di medicina del viaggiatore. Il servizio offre consulenze, notizie e consigli comportamentali sui rischi per la salute presenti nel paese che si intende visitare, visite mediche, profilassi farmacologica della malaria e vaccinazioni.

 

Il centro è rivolto anche agli immigrati, che, prima dei periodici rientri in patria, vogliano informarsi e sottoporsi alle necessarie prestazioni preventive. Agli utenti sono distribuiti anche depliant e brochure d’interesse.

 

Il Centro di medicina del viaggiatore è aperto dal lunedì al giovedì, dalle ore 9 alle 12, e il giovedì, dalle ore 15 alle 17, presso il Poliambulatorio, primo piano della Cittadella della salute. Non è necessario prenotarsi, salvo per il giovedì pomeriggio, quando il servizio effettua prestazioni solo su appuntamento da fissarsi telefonando allo 0761 236703 dopo le ore 12. Il pagamento del ticket si effettua, dopo la visita, presso gli sportelli del Centro Unico di Prenotazione al pianterreno. Si tratta di un servizio di indubbia utilità che può contribuire a rendere un viaggio all’estero più sicuro e, quindi, più piacevole.

 

 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

San Pellegrino in Fiore, eventi a Viterbo Sotterranea

San Pellegrino in Fiore, domenica a Viterbo SotterraneaDomenica in programma visite guidate alla...

TV, Osvaldo Bevilacqua e Sergio Cesarini promuovono Viterbo

Osvaldo Bevilacqua, giornalista detentore dal 2015 del Guinness World Records TV per il Travel...

Bolzano, Loacker: dolce ricetta aziendale dalla squisita bontà famigliare

Sostenibilità significa avere uno stile di vita rispettoso delle risorse a disposizione, in grado...

DOBBIAMO MOLLARE? /riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Cita le infiltrazioni mafiose a Tuscania

A seguire l\'articolo scritto 15 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

VITERBO: A PIEDI DAL QUARTIERE RESPOGLIO ALLA QUERCIA ATTRAVERSANDO LO STORICO PERGOLATO

Attualmente a Viterbo il quartiere Respoglio è collegato a La...

Domenica 3 dicembre gratis a Palazzo Farnese di Caprarola e Villa Lante

Un’occasione da non perdere per visitare Villa Lante il meraviglioso parco con i suoi giardini...

Tuscia, a Viterbo prende forma la prima Comunità Energetica locale

È stata costituita a Viterbo, su iniziativa di un gruppo di cittadini, la Comunità Energetica...